IMG_3350_alta

Antonino Polimeni, l’avvocato reale che ci difende dal mondo virtuale. Con l’approvazione di molti personaggi famosi

  • di Nicolino D’Ascoli – Il successo ebbe inizio grazie alle denunce pervenute da note show girl italiane quali Samantha De Grenet, Alessia Fabiani, Flavia Vento, Luisa Corna (giusto per citarne alcune!). Però prima di raccontare la vincente storia dell’Avvocato nostrano Antonino Polimeni, occorre tornare indietro di qualche anno.

    “A metà degli anni ’90 fui uno dei primi in città ad avere una connessione, per cui la mia passione sfrenata per internet e le nuove tecnologie mi accompagna sin da quando ero ragazzo”. Esordisce così Antonino, tra l’altro realizzatore, insieme ad altri compagni di avventura, “del primo social network (a livello locale e globale), SpazioReggio, nel 2001, che si occupava di informazione, promozione culturale ed eventi in città ed era un vero e proprio “social”, con gli account degli utenti, le foto e la messaggistica. Un’idea – prosegue l’avvocato – marginale, non destinata ad essere la nostra attività principale. Non percepivamo alcuna entrata economica da SpazioReggio, era quasi un gioco, avevamo creato una piccola redazione, e ci divertivamo.”.

    Nel frattempo il giovane studente, non ancora avvocato, avviò insieme ad altri amici, un’azienda che forniva servizi multimediali in tutto il territorio italiano ed anche all’estero e, successivamente, dopo essersi laureato, si specializzò in un settore ancora oggi, benché attuale, poco conosciuto da noi cittadini, DIRITTO DI INTERNET.

    Ed è proprio da qui che incominciò la sua svolta professionale.

    Infatti le soubrette su citate furono lese nella loro immagine e nella loro dignità, poiché alcuni siti web utilizzarono, ovviamente senza alcun permesso, i loro nomi ed alcuni scatti a fini pubblicitari e commerciali. Ecco che interviene il Diritto di Internet (consulenza legale ed assistenza giudiziaria su ogni settore che riguarda il web). Ecco che Antonino Polimeni si specializza nella soluzione di qualsiasi problema “virtuale”, anche di quelli derivanti dai Social Network.

    “Le maggiori avversità non derivano dall’uso dei social network in sé, peraltro utilissimi e funzionali, ma dal loro utilizzo storpiato, nel senso che molti utenti oggi pensano di vivere, ad esempio su facebook, in un mondo virtuale, dove è possibile ogni tipo di insulto, aggressività illimitata, disinvoltura massima nonostante si commenti con il proprio nome e cognome”.

    Bene, qui arriviamo al dunque della questione. E’ possibile che non si provi vergogna nel postare immagini al limite della decenza, nello scrivere in maniera sgrammaticata ed in alcune occasioni anche offensiva? Si, è possibile, lo constatiamo quotidianamente (anche perché il primo pensiero al mattino è accedere a facebook e vedere chi e cosa ha scritto!).

    Però a tutto questo c’è un rimedio, come ci spiega Antonino Polimeni. Il soggetto che usa in maniera spropositata, errata, qualunque social network, può essere perseguito legalmente (come nella vita reale !!!) addirittura con pena aggravata. E se pensate di scrivere con account falsi, o di essere irraggiungibili, continuate ad errare, perché grazie all’indirizzo IP o ad altri “tecnicismi” si può immediatamente risalire al vostro nome e cognome reale.

    E non è tutto cari amici, un altro problema attuale che riguarda i social network “sono i link falsi, che guadagnano grazie agli accessi, ai click degli utenti. Considerate che il 70% dei link che vediamo su facebook sono totalmente anonimi o quasi, e molte volte lanciano falsi allarmi o scrivono notizie fantasiose al solo scopo di fare più accessi possibili. Ed in alcuni casi le reazioni delle persone e le conseguenze delle informazioni presenti in quei link arrivano a procurare un danno reale a sé stessi o a terzi, bisogna quindi  verificare bene le notizie e stare attenti alla fonte” prima di andare spediti sul pulsante LEGGI QUI.

    Antonino Polimeni è consulente in materia imprenditoriale, in specie nella costituzione di Start up e nel crowdfunding (finanziamento collettivo), dove invita i giovani a cimentarsi, anche perché ad oggi o hai l’idea vincente o il posto fisso puoi continuare ad aspettarlo.

    L’avvocato reggino lancia una nuova prospettiva giurisprudenziale, l’Avvocato su internet. Infatti i suoi clienti non necessitano di appuntamento in studio, ma interagiscono direttamente con Antonino tramite internet, inviando email, chiamando su Whatsapp o chiedendo appuntamenti su Skype. Insomma un nuovo modo di approcciarsi all’attività forense, chissà  non diventi un precursore anche in questo campo!!!

    Beh che dire, aver scambiato quattro chiacchiere con lui mi ha fatto capire una “semplice” cosa : non c’è più tempo per lamentarsi o inveire inutilmente su facebook, adesso è tempo di pensare al raggiungimento degli obiettivi personali.

    Non vi bastano queste due righe ? Volete conoscere le sue pubblicazioni e le altre attività ?

    Fate pure : www.antoninopolimeni.it

    (Fonte: CityNow.it)

    Smile! you are on CityNow!