Reggina: sempre massima attenzione alla zona play out

Il cammino è ancora lungo e difficile, l'obiettivo deve rimanere sempre la salvezza

I sette risultati utili consecutivi e la scalata in classifica, avevano portato nuovo entusiasmo ed anche un pizzico di illusione. In tanti avevano ipotizzato un altro successo con la capolista e l'avvicinamento alla zona play off, non il tecnico Baroni che, nonostante la crescita evidente della squadra e le vittorie, non si è mai sbilanciato oltre, parlando sempre di campionato difficilissimo e di un unico obiettivo, la salvezza.

Serie B campionato difficile, perso un punto sui play out

Perchè chi conosce la serie B sa bene quanto sia complicato il cammino per qualsiasi compagine ed i risultati di questo girone di ritorno ne sono la dimostrazione. Una serie utile ti porta su, due sconfitte consecutive ti possono spingere nuovamente in zona pericolo. La Reggina ha perso un punto di vantaggio sulla zona play out ed ha visto avvicinarsi formazioni come Brescia e Vicenza, che troverà nel proprio percorso più avanti.

Il calendario duro della Reggina

Sarà fondamentale rimettersi subito in carreggiata, anche in virtù di un calendario stranissimo ed assai complicato. Tante compagini di livello sul cammino degli amaranto che, hanno battuto la Spal e perso contro l'Empoli e da adesso si troveranno di fronte il Pisa, poi Monza, Brescia e Chievo per chiudere il mese di marzo. Mentre aprile si aprirà con la doppia trasferta sui campi di Venezia e Cittadella. Il discorso salvezza è tutt'altro che chiuso, Baroni lo dice da tempo, le frenate pur preventivate come quella contro l'Empoli, servono comunque a mettere tutti in guardia.