La sfida di Alberta Nesci: 'Promuoviamo Reggio nel mondo'

La giovane imprenditrice dell'Azienda Nesci lancia una sfida ai colleghi del comparto agroalimentare

Amante della sua terra d'origine, che le ha donato una grande passione poi divenuta lavoro, la giovane reggina Alberta Nesci ha deciso di lanciare una sfida ai suoi colleghi imprenditori.

Dopo aver parlato al cuore degli acquirenti, questa volta, l'accorato appello è rivolto non solo al settore vitivinicolo, ma a tutti quelli che hanno scelto di investire risorse e sudore a Reggio Calabria.

"Uniamo le forze e creiamo un connubio di eccellenze in grado di mostrare il meglio di noi".

La sfida di Alberta Nesci

Azienda Vini Nesci Palizzi 2

Gestore dell'Azienda Nesci, l'imprenditrice è dedita alla produzione di vini ormai conosciuti da nord a sud dello Stivale, ma è anche focalizzata nella promozione di un territorio ricco di peculiarità, troppo spesso sottovalutate o del tutto inespresse.

"Veniamo da un periodo che potremmo definire poco idilliaco - ha spiegato Alberta ai microfoni di CityNow. In un modo o nell'altro, il Covid ha limitato consumi, acquisto, produzione in ogni settore.

Qui, nell'estremo Sud, come ben sappiamo, anche nei periodi più floridi è necessario impegnarsi il doppio che altrove e, forse, proprio per questo la pandemia non ci ha scoraggiato, ma ci ha spinto a dare ancora di più.

Adesso che sembra, finalmente, intravedersi una luce in fondo al tunnel è giunto il momento di chiedersi "Cosa possiamo fare?"".

Negli storici terreni della famiglia Nesci non ci sono solamente vigneti, ma anche uliveti e bergamotteti, tutti prodotti unici che rappresentano in gran parte ciò che Reggio Calabria può offrire alla comunità locale e, più in generale, anche al mercato nazionale ed estero.

"Dobbiamo essere i primi a valorizzare i nostri prodotti. Serve sensibilizzare il consumatore sull'acquisto locale e questo può avvenire, secondo me, solo attraverso la sinergia.

Dal formaggio ai salumi, passando per l'olio, fino ad arrivare al pane, al miele ed al vino, invito i colleghi del comparto agroalimentare a farsi avanti, unire forze e idee per far emergere, finalmente, il buono ed il bello di questa magica provincia".

"Facciamo conoscere Reggio nel mondo"

Azienda Vini Nesci

"Molti partono dal presupposto che vivere e lavorare a Reggio sia uno svantaggio. Ma non è così che la nostra origine deve essere interpretata - ha aggiunto Alberta. È solo un valore aggiunto!".

Non è una novità che chi sceglie di restare abbia una sconfinata speranza di vedere crescere e maturare l'economia della città. Ma, combattere giorno dopo giorno per veder questo sogno realizzato, è tutta un'altra storia.

"Siamo fortunati e, a spesso, neanche ce ne rendiamo conto. Abbiamo il mare, la montagna, le colline e prodotti della terra da far invidia al mondo intero. Per avvicinare a noi le persone dobbiamo solamente far conoscere il nostro impegno sul territorio, solo così i clienti potranno affidarsi a noi e scegliere di aiutarci nella nostra "impresa".

Scegliendo di fare rete tra imprenditori non solo accresceremo la domanda, ma saremo anche in grado di migliorare l'offerta".

Adesso che il guanto della sfida è stato lanciato, non resta che attendere la risposta da parte degli imprenditori locali.