Balneazione in Calabria: punto non conforme a Paola

Spetta al Comune, come richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese

Il Servizio tematico acque del Dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza ha trasmesso oggi al Comune di Paola l’esito dei prelievi di campioni di acqua di balneazione prelevati in data 3 settembre.

Per Paola, non conformi i valori relativi alla stazione di campionamento denominata “200 m sud canale prospiciente depuratore”, con sforamento della Escherichia coli pari a 1400 UFC/100 ml. (valore limite 500).

Spetta al Comune, come richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d'intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per il tratto indicato.

Si precisa che la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale dell’Arpacal ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute.