Sindaci di Vibo bloccano i vaccini per Reggio, Falcomatà: 'Inaccettabile. Guerra fra poveri'

L'organizzazione del piano vaccinale, secondo il sindaco di Reggio, fa acqua da tutte le parti. E chiede l'intervento del Commissario Longo e della Regione

"Assurda la situazione che si è venuta a creare con il blocco dei vaccini destinati a Reggio Calabria da parte dei sindaci della provincia di Vibo Valentia. In questo modo si rischia di generare una vera e propria guerra tra poveri che finisce per penalizzare i cittadini e l'intero territorio. L'organizzazione del piano vaccinale, ammesso che ne esista uno, nella nostra regione fa acqua da tutte le parti.

Comprendo le preoccupazioni dei sindaci del Vibonese, e su questo penso sia necessario fare fronte comune chiedendo insieme che sia rispettato il diritto alla salute per tutti i cittadini calabresi. Il Commissario Longo e la Regione Calabria intervengano per mettere ordine in questo caos assurdo che si è generato. I cittadini calabresi non possono pagare sulla loro pelle le inefficienze di un sistema che continua quotidianamente a dimostrare limiti davvero inaccettabili.

Bisogna cambiare registro, da subito. I sindaci della Città Metropolitana di Reggio Calabria sono a disposizione, ma sul piano vaccinale serve una regia unica, che eviti il verificarsi di queste situazioni".

È quanto dichiara il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.