Bob Dylan in Calabria? Non è un sogno. E si candida anche Reggio...

La possibilità di vedere in Calabria il più grande cantautore al mondo è concreta. La novità riguarda la candidatura di Reggio, con luogo già individuato...scopri di più

Sarebbe, a livello di eventi, il colpo del secolo. La possibilità di vedere Bob Dylan in concerto in Calabria non è un sogno ma una possibilità concreta. Il promoter Ruggero Pegna, d’accordo con il management di Dylan, ha bloccato la data del 7 luglio del 2020 per l’esibizione del celebre cantautore e Premio Nobel 2016 per la Letteratura.

La trattativa va avanti, ricevuta la disponibilità da parte dell’entourage del cantautore adesso è il momento di verificarne concretamente la fattibilità economico-finanziaria.

CATANZARO DA’ L’OK

Attraverso un’interlocuzione con il sindaco Abramo, Pegna ha avuto dall’amministrazione di Catanzaro la conferma dell’interesse. Si è già parlato di una possibile location, che potrebbe essere il Parco della Biodiversità di Catanzaro. Avviati i primi contatti, si scenderà nei (tantissimi) dettagli che un simile evento richiede.

REGGIO SI CANDIDA

La novità dell’ultim’ora riguarda una candidatura della città metropolitana di Reggio Calabria per ospitare il concerto di Bob Dylan.

Stando a quanto appreso da CityNow, anche l’amministrazione reggina ha manifestato il proprio interesse. L’assessore Giovanni Latella, per conto del sindaco Giuseppe Falcomatà, ne ha parlato nei giorni scorsi con il promoter Ruggero Pegna.

Spuntano già le prime ipotesi sulle locations possibili: da sottolineare come per un evento di tale portata è facile prevedere la presenza di centinaia di migliaia di persone, provenienti da tutta Italia. Servono quindi spazi adeguati per gestire al meglio afflusso e viabilità.

Piazza Indipendenza è uno dei luoghi possibili, individuata anche una zona nella Locride che viene presentata come “ideale” per ospitare un evento di tale portata.

MOMENTO CHIAVE

Bob Dylan in Calabria, sogno o realtà? Bloccata la data con il management del cantautore, si dovrà dare una risposta (negativa o di via libera per l’organizzazione del concerto) nel giro di poche settimane.

Per questa ragione il promoter Pegna intensificherà nei prossimi giorni i contatti con le amministrazioni comunali di Catanzaro e Reggio Calabria, assieme al dialogo già avviato con la Regione Calabria.

Seguici su telegramSeguici su telegram