Incendi e mare sporco, Occhiuto: 'I calabresi fanno bene a protestare, anche contro la Regione'

"Ho ricevuto tanti messaggi, anche su Reggio Calabria, speriamo di poter vivere un'estate senza rifiuti", le parole di Occhiuto

Incendi e mare sporco, Occhiuto interviene su due delle problematiche che più colpiscono la Calabria soprattutto durante i mesi estivi. Attraverso un video pubblicato su Facebook, il presidente della Regione assicura risultati e massima attenzione.

"La Calabria è una regione straordinaria, ha tantissime opportunità. Le immagini del nostro mare cristallino sono il miglior spot, ma non sempre è così pulito. Me ne sto occupando da novembre, iniziando dallo smaltimento dei fanghi. Poi abbiamo visto che i depuratori non funzionavano bene e abbiamo lavorato anche su questo, lavorando con capitanerie di porto e carabinieri.

Spero che per questa estate il problema sia risolto al 50%, serve tempo perchè per 20 anni non si è parlato di depurazione. Ci sono tanti scarichi illeciti e chi non ha rispetto per l'ambiente, che dovrebbe essere uno dei valori principali. Quando è pulito, il nostro è il mare più bello d'Italia. Fate bene a protestare contro i comuni e anche contro la Regione, seppur non ha responsabilità diretta. Fatelo anche contro chi commette questi reati", le parole di Occhiuto.

Questione incendi e rifiuti, Occhiuto condivide chi protesta e chiede ai calabresi di alzare la voce anche nei confronti di chi contribuisce in prima persona a peggiorare la situazione attraverso comportamenti illeciti.

"Sui rifiuti abbiamo fatto una legge tra tante polemiche, adesso i comuni sanno dove devono mandarli. Ho ricevuto tanti messaggi, anche su Reggio Calabria, speriamo di poter vivere un'estate senza rifiuti. Gli incendi sono in molti casi di natura dolosa, stiamo lavorando anche su questo.

Previste premialità per le associazioni che custodiscono il territorio, vogliamo fare la stessa cosa con gli operai forestali e abbiamo fatto convenzione con i carabinieri. Ma perche' bisogna accendere fuochi? Anche su questo fanno bene i calabresi a protestare contro le istituzioni ma lo facciano anche contro gli incivili. Avremo foto trappole, droni e tanti carabinieri, risorse che dobbiamo spendere a causa di questi incivili", ha concluso il presidente della Regione.