Questa notte Catanzaro si tinge d'amaranto: la Reggina sbanca il 'Ceravolo'

Dagli spalti ospiti parte il coro "Serie B, Serie B"

Vince e sbanca anche il Ceravolo la Reggina di Mimmo Toscano: grazie alla rete di Rivas, gli amaranto possono festeggiare l'ennesima vittoria stagionale in una gara importantissima per le sorti del campionato, la seconda del trittico dei sette giorni.

LE SCELTE DEI DUE TECNICI

Mister Auteri schiera un Catanzaro a trazione offensiva, con il tridente formato da Kanoute, Bianchimano e Giannone. De Risio e Corapi sono i due centrocampisti, affiancati da Casoli e Contessa. Il tridente difensivo davanti a Bleve è formato da Riggio, Martinelli e Celiento.

Consueto 3-4-1-2 per Mimmo Toscano che si affida all'esperienza di Denis e Reginaldo in attacco: alle loro spalle presente Rivas. In mezzo al campo, insieme a De Rose, spazio per Sounas che sostituisce lo squalificato Bianchi. Rubin e Garufo i due prescelti per le corsie esterne. In difesa insieme a Blondett (che sostituisce Loiacono colpito da attacco febbrile) e Rossi, confermato Bertoncini. In porta come di consueto Guarna.

PRIMO TEMPO

Primi dieci minuti di studio per le due squadre. La prima occasione del match capita sui piedi di Bianchimano allo scoccare del quindicesimo minuto. L'ex di turno, dopo aver ricevuto un pallone dai piedi di Kanoute, ci ha provato con il mancino dal cuore dell'area di rigore: Bertoncini ha deviato in angolo immolandosi.

Alla mezz'ora sono ancora i padroni di casa a rendersi pericoloso con Kanoute che ci ha provato col mancino in corsa. Tiro che però termina abbondantemente a lato. Gli ospiti fraseggiano bene nella metà campo avversaria, ma peccano spesso di imprecisione negli ultimi 20 metri.

Al minuto trentatre dopo tentativo dalla distanza di Giannone che anche in questo caso termina abbondantemente a lato della porta difesa da Guarna. Pochi minuti dopo, lo stesso numero dieci giallorosso ha sfiorato la traversa con un mancino dal limite.

A due minuti dal termine della prima frazione occasione ancora per Kanoute da posizione defilata: la sua conclusione si spegne tra le braccia di Guarna ben appostato.

Al termine di un minuto di recupero si conclude a reti bianche la prima frazione in quel di Catanzaro.

SECONDO TEMPO

Pronti via e Bianchimano mette paura alla Reggina con un sinistro a giro dai 20 metri, Pallone che sfiora la traversa.

Occasione amaranto al minuto quattordici, con Reginaldo che ci ha provato con il destro da posizione defilata. La sua conclusione ha trovato la pronta risposta di Bleve.

Al minuto numero sedici la Reggina trova però il vantaggio: Doumbia è bravissimo in area a eludere una marcatura e servire con l'esterno la corrente Rivas abile con il destro ad appoggiare a rete in modo agile.

A dieci minuti dal termine ci ha provato Garufo dai 30 metri con un destro che ha sfiorato l'incrocio dei pali a Bleve battuto.

Al quarantesimo il Catanzaro sfiora il pareggio con Giannone, abile di testa ad anticipare i difensori e per poco non inquadrare lo specchio.

Clamorosa occasione per i padroni di casa al novantesimo, con Carlini che a porta sguarnita ha di testa clamorosamente colpito il palo da due metri.

Termina dopo quattro minuti di recupero la gara del Ceravolo con la vittoria degli amaranto grazie alla rete di Rivas, siglata al minuto 61.