Reggio, è arrivato il temporale estivo: acquazzone e tuoni in città e provincia

Acqua altissima, quasi a coprire i cofani delle autovetture, e poi ancora lampi, tuoni, e temperature in discesa

L'annunciato maltempo imperversa nella città dello Stretto dalle prime luci di questa mattina. Niente affatto un bel buongiorno per Reggio Calabria che, in seguito alla pioggia scrosciante, si è ritrovata ben presto "sommersa".

Acqua altissima, quasi a coprire i cofani delle autovetture, e poi ancora lampi, tuoni, e temperature in discesa. Non esattamente il tempo che si penserebbe di trovare il 12 agosto. Eppure il meteo lo aveva previsto e, già nei giorni scorsi, qualche rovescio che ha causato non pochi danni, si era verificato sia sul territorio regionale che nella vicina Sicilia.

Complicata la situazione nei quartieri di Archi e Gallico, dove l'acqua caduta è stata veramente tanta (QUI il video di un reggino su Facebook). Diverse le zone "allagate" nella periferia sud, dalla rotonda nei pressi dell'aeroporto Tito Minniti alla svincolo San Leo di Pellaro che, ancora una volta, è tornato a riempirsi come una piscina.

Difficile mattinata anche nei Comuni di Scilla e Campo Calabro, quest'ultimo ha emesso l'allerta arancione attraverso la Protezione Civile, il primo, invece, come spesso accade durante i temporali, è costretto a fare i conti con il fango ed i detriti che hanno sommerso le strade principali, tra cui il lungomare.

"A causa della precipitazione in corso ed i pericoli connessi, la popolazione è invitata a limitare la circolazione soprattutto in vicinanza di corsi d'acqua. Per segnalare condizioni di pericolo utilizzare il numero comunale della ProCiv, 3397360250. Il numero va utilizzato solo in caso di reale pericolo e/o danni".

Secondo le previsioni odierne, comunque, la situazione dovrebbe andare a migliorare nelle prossime ore con la graduale scomparsa della pioggia, che dovrebbe diminuire già nella tarda mattinata. Intanto, i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Reggio Calabria sono impegnati in una ventina di interventi a seguito del maltempo che imperversa su tutta l'area tirrenica del reggino.

La zona jonica, invece, è interessata solo da qualche raffica di vento e qualche piovasco sparso senza richieste di soccorso.