La Reggio più buona. Pizzaiola reggina protagonista ai Mondiali della pizza

La reggina Carmela Cannizzaro si è guadagnata un posto tra i primi 10 pizzaioli al mondo. Scopri di più

La Calabria più buona protagonista ai campionati mondiali della pizza. La reggina Carmela Cannizzaro si è guadagnata un posto tra i primi 10 pizzaioli al mondo, classificandosi in sesta posizione nella categoria ‘Pizza classica’.

Quasi 800 pizzaioli provenienti da tutto il mondo si sono sfidati a Parma dal 9 all’11 aprile per il 28° Campionato mondiale della pizza. La fantasia dei pizzaioli, provenienti da 38 Paesi differenti di ogni Continente, ha stupito le giurie chiamate ad eleggere la migliore pizza del mondo.

Orgoglio e soddisfazione per Carmela, da diversi anni presente ai campionati mondiali della pizza. Particolare, unica e ricca di sapori la sua ‘Dolceacqua’ che si è guadagnata il sesto posto all’ultima edizione dei mondiali.

Una pizza nata dopo un viaggio alla scoperta della Liguria, precisamente in un piccolo paese al confine con la Francia che si chiama appunto ‘Dolceacqua’. I contorni incantevoli di questo piccolo borgo, tanto da meritarsi la raffigurazione in diverse opere di Monet, ha ispirato la pizzaiola reggina nella creazione della sua pizza speciale.

La pizza Dolceacqua, arrivata sesta ai mondiali

GLI INGREDIENTI

Impasto alle noci, pere caramellate, cannella e chiodi di garofano, petto di anatra scottato in padella, formaggio a pasta morbida vaccino, foie gras e per finire granella di noci.

Dopo 3 giorni di dure selezioni e degustazioni, finalmente sono state svelate le classifiche delle varie tipologie relativi agli ultimi mondiali disputatisi a Parma.

Per Carmela Cannizzaro duplice la soddisfazione. Oltre al 6° posto nella categoria ‘Pizza classica’ infatti è arrivato l’11° posto nella categoria ‘In teglia’.

In questo caso la pizzaiola reggina, nata a Villa San Giovanni, si è affidata con passione a quelle che sono le sue radici. ‘Fata Morgana’ infatti il nome della pizza in teglia classificatasi undicesima, dai profumi e sapori inconfondibili, strettamente legati alle bontà della nostra terra.

Impasto diretto con farina zero e tipo 1 profumato con scorza di bergamotto, pesce spada saltato in padella aromatizzato con pepe nero e menta, cipolla di Tropea in agrodolce, pomodorini disidratati al forno con capperetti, uva passa, mozzarella di bufala affumicata e bergamotto.

La pizza ‘Fata Morgana’ prende il nome dal fenomeno ottico tipico dell’area dello Stretto. Un miraggio, in passato legato a particolari incantesimi.

E’ invece concreta realtà la bravura di Carmela Cannizzaro in cucina, abilità affinate negli anni grazie ad una appassionata tradizione familiare. Qualità apprezzate notevolmente da tutti i clienti della pizzeria ‘da Gennaro’ di Campo Calabro, di proprietà di Carmela e la sua famiglia.

Seguici su telegramSeguici su telegram