Il 'Piria' di Reggio Calabria vince il premio 'Scuola digitale'

Tra i 14 istituti della provincia di Reggio Calabria partecipanti, l'Istituto Piria si è aggiudicato il premio del secondo ciclo

In diretta streaming questa mattina è andata in onda la terza edizione della finale del Premio scuola digitale per la provincia di Reggio Calabria, organizzata dall’Istituto Tecnico Economico “Raffaele Piria”.

Si tratta di un premio importante che ha visto la partecipazione di 14 istituti della provincia, ma soprattutto che ha contribuito positivamente ad alleviare una situazione psicologicamente difficile per migliaia di studenti.

“Ancora una volta la tecnologia diventa strumento di riduzione della distanza. - ha esordito Alfredo Pudano, docente dell’istituto, animatore digitale e membro dell’equipe formativa territoriale del Miur, che ha moderato l’incontro - Non si tratta esclusivamente di una competizione, - ha aggiunto - ma di una condivisione di best pactice e dell’eccellenza”.

“Negli ultimi anni e soprattutto in tempi di Covid si parla molto di scuola digitale e di metodologie didattiche innovative, superando gli antichi confini temporali e spaziali. - ha detto invece la dirigente dell’Ite Piria Anna Rita Galletta - L’innovazione digitale rappresenta in un certo senso una sfida da vincere, creando spazi di apprendimento aperti sul mondo e su cui basare i principi fondamentali della conoscenza, della competenza e del senso di cittadinanza dei nostri alunni”.

Ogni scuola partecipante ha avuto 6 minuti di tempo per presentare il proprio progetto giudicato da 5 esperti sulla base della qualità del contenuto digitale, la significatività dell’impatto prodotto sulle competenze degli studenti e sulla completezza della stessa presentazione.

Si tratta di Lucia Abiuso, rappresentante dell’Usr, coordinatrice dei lavori della giuria, Carmelo Versaci, rappresentante della città metropolitana di Reggio Calabria, Gianluca Lax, rappresentante dell’Università Mediterranea, Angelica Pirrello, rappresentante della Camera di commercio, e Onorato Passerelli, esperto di didattica digitale e membro dell’equipe formativa territoriale del Miur.

Per il Primo ciclo la scuola vincitrice è risultata l’Istituto comprensivo Sant’eufemia Sinopoli Melicuccá, seguito dall’IC Falcomatá Archi e dall’ IC Giovanni XXIII.

Mentre per il Secondo ciclo ad assicurarsi il primo premio è stato lo storico istitutoPiria” di Reggio Calabria, con un tour VR dell’istituto e dei luoghi rappresentativi della città, seguito dal Liceo Scientifico Nicola Pizi di Palmi e dal Liceo scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria in terza posizione.

“I ragazzi si sono impegnati davvero tanto. - ha detto emozionata Marianna Errigo, docente Piria che ha seguito gli alunni nel progetto - Integrare il nostro lavoro con l’orientamento è stata un’idea vincente. Sono orgogliosa della serietà dimostrata”.

Nonostante l’evento abbia avuto luogo virtualmente, l’entusiasmo di alunni, docenti e dirigenti non si è nascosto dietro la telecamera. Al contrario, i sorrisi e le belle parole hanno messo in luce la bella scuola che emerge anche in un anno che volge al termine tra dubbi e confusione.