Reggina, Toscano: 'Non accetto bene le sconfitte, ma...'

"Gruppo numeroso? Devo essere bravo io ed intelligenti i calciatori"

La reazione che si vuole dopo la sconfitta. La Reggina si presenta a Bisceglie con il chiaro intento di ritornare al successo, dopo la prima settimana in cui si è lavorato a seguito di un passo falso. L'analisi e la presentazione affidata come sempre a mister Toscano: "L'approccio al primo allenamento dopo la prima sconfitta stagionale, è stato sempre uguale. Una analisi attenta come quando si era vinto per undici volte consecutive.

La squadra ha mostrato grande maturità nel dialogo, ma non avevo dubbi su questo. Gli episodi determinano le gare, ma gli stessi devi essere bravo a portarli dalla tua parte. Forse non abbiamo messo il cento per cento come fatto nelle altre gare e la Cavese lo ha fatto, ma la voglia di ripartire è identica o addirittura maggiore. A volte serve un passo indietro per poterne fare due in avanti, per noi questo è uno step nuovo ed ora dobbiamo superarlo.

Non accetto bene le sconfitte, ma di fronte a questo gruppo che dimostra sempre abnegazione, senso di appartenenza, voglia, tutto diventa più facile.

Gli avversari sono tutti diversi rispetto al girone di andata, non solo per i cambi tecnici o nuovi giocatori, ma soprattutto sotto l'aspetto mentale. Non mi parlate di calo fisico perchè i dati che rileviamo dicono esattamente il contrario. Credetemi, questa sconfitta ci aiuterà a crescere ancora. Molto passa dalla capacità di superare ostacoli nelle partite in cui tutto sembra scontato.

Un allenatore deve essere bravo a gestire un gruppo così numeroso e coinvolgerli tutti, chiaramente dipende sempre molto dalla disponibilità e l'intelligenza dei calciatori. I nuovi stanno bene tutti, sul piano dell'inserimento stanno crescendo per merito del gruppo.