Reggio - Disagi idrici a Catona, il presidente Marra: 'Al lavoro per ripristinare il servizio'

Necessaria chiusura notturna per garantire riempimento del serbatoio di via Tratti

A causa delle difficoltà nell'approvvigionamento idrico per il riempimento dei serbatoi nel comprensorio nord della città si stanno verificando in queste ore disservizi idrici nell'area della ex circoscrizione di Catona.

A darne notizia in una nota il Presidente del Consiglio comunale Enzo Marra che interloquendo con l'Assessore alle Manutenzioni Rocco Albanese e con i tecnici del settore manutenzioni ha informato circa le difficoltà nell'erogazione del servizio.

La penuria d'acqua riscontrata nella giornata di oggi e nei giorni precedenti, causata da un aumento dei consumi e da contestuali anomalie riscontrate sulla condotta, come furti d'acqua ed usi impropri, ha determinato la necessità di una chiusura notturna del serbatoio di via Tratti.

"Un'interruzione temporanea - ha spiegato Marra - che si spera possa garantire un nuovo riempimento del serbatoio di via Tratti e quindi un possibile ripristino del servizio idrico su Catona. Contestualmente i tecnici del settore hanno attivato una procedura per velocizzare il riempimento del serbatoio attingendo al pozzo di Salice, senza che questo possa arrecare ulteriori disagi ai cittadini di quell'area. Un ulteriore accorgimento consisterà nella richiesta a Sorical, titolare di un pozzo nell'area del Parco Ecolandia, di un aumento della mandata verso il serbatoio di via Tratti, al fine di velocizzarne il riempimento. Infine i tecnici dell'Amministrazione sono al lavoro per la messa in funzione, che sarà operata dalla società Castore, di un altro pozzo in zona Salice per aumentare la portata verso il serbatoio a servizio della circoscrizione di Catona".

"Già nei giorni scorsi - prosegue la nota - è stata attivata un'azione coordinata al fine di verificare ed accertare la presenza di allacci abusivi sulle condotte idriche comunali finalizzati a furti d'acqua ed usi impropri, che stanno determinando le attuali difficoltà nell'erogazione del servizio".