Reggio, protesta a palazzo Campanella. I lavoratori di psichiatria incontrano Spirlì

I lavoratori hanno presidiato l'ingresso del Consiglio regionale in attesa della seduta odierna. Già predisposta la nuova manifestazione

Non si fermano le manifestazioni dei lavoratori del settore psichiatrico. USB e CooLap hanno comunicato il loro impegno nel mantenere i riflettori puntati su servizi indispensabili alla comunità. L'unione sindacale di base lo ha fatto attraverso un presidio a palazzo Campanella grazie al quale una delegazione di lavoratori ha avuto la possibilità di incontrare il Presidente Spirlì.

Il Coordinamento lavoratori psichiatria, invece, ha già annunciato le date del prossimo sit-in, di nuovo, di fronte l'Asp di Reggio Calabria.

Protesta al Consiglio Regionale della Calabria

Malati Psichiatrici Coolap

Una battaglia senza fine, combattuta dai lavoratori su più fronti per i loro diritti, ma anche per quelli dei pazienti assistiti.

"È stata una giornata di mobilitazione, l'ennesima, che ha visto anche qualche momento di tensione quella di oggi, con i lavoratori delle strutture psichiatriche reggine, organizzati con USB, a presidiare l'ingresso di Palazzo Campanella in attesa della odierna seduta del Consiglio regionale.

Mesi di stipendi arretrati, l'assoluta incertezza del domani, uno scriteriato blocco dei ricoveri che penalizza l'intera Città metropolitana di Reggio Calabria, hanno portato i lavoratori e impedire il passaggio ad ogni singolo consigliere o assessore regionale, costringendoli ad ascoltare le giuste richieste di chi da anni vive in questo limbo.

Una delegazione dei lavoratori ha quindi incontrato il Presidente f.f. Nino Spirlì che ha ragguagliato sullo stato dell'arte, delineando un percorso che in tempi rapidi dovrà portare ad approvare, già nelle prossime riunioni di Giunta, l'atto di indirizzo propedeutico all'avvio delle procedure di accreditamento attese da anni.

USB rimarrà vigile su queste procedure, pronta a nuove mobilitazioni se quanto prospettato non sarà mantenuto".

Nuovo sit-in all'Asp di Reggio

Coolap Protesta Asp Reggio Calabria

Le manifestazione che mirano ad attirare l'attenzione delle istituzioni su problematiche importanti, come quelle delle strutture psichiatriche a Reggio Calabria, non finiscono qui. I rappresentanti Coolap, Vincenzo Barbaro, Filippo Lucisano e Giuseppe Foti, attraverso una nota stampa, hanno già annunciato il prossimo sit-in di fronte l'Asp.

"Lo stato d’ incertezza e la condizione economica sempre più precaria ci costringe a tornare a manifestare nei giorni 20 e 21 C.M. presso la sede della direzione generale dell’Asp sita in via Diana a Reggio Calabria.

Notizie concrete da parte del commissario Longo non ne sono pervenute e siamo sempre più determinati a voler vedere rispettati i nostri diritti, che fino a questo momento sono stati calpestati. Movimenti che attestino il pagamento delle prestazioni rese non ce ne sono stati, la situazione economica dei lavoratori e delle cooperative non garantisce la minima sopravvivenza e per questo motivo continueremo a farci sentire nelle sedi preposte.

Invitiamo la stampa e la popolazione a sostenere la nostra protesta che rappresenta un dovere morale e civile nei confronti dei soggetti fragili che assistiamo e ai quali vogliamo garantire il diritto alla cura".