Vaccini a Reggio, la testimonianza di un cittadino: 'Non c'è solo malasanità'

Un reggino racconta la sua esperienza positiva presso il centro vaccini di palazzo Campanella

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino, invitato alla nostra redazione, per raccontare l'esperienza positivo di somministrazione della prima dose di vaccino presso il centro più grande della città: quello istituito a Palazzo Campanella.

El corso dei mesi il palazzo che ospita la sede del Consiglio Regionale ha perfezionato il servizio fino a raggiungere un livello eccellente, tanto da riscuotere il consenso della cittadinanza.

La testimonianza di un cittadino sull'esperienza vaccino a Palazzo Campanella

Vaccini Covid Palazzo Campanella Reggio Calabria 2

Di seguito la lettera inviata alla nostra redazione:

"Non esiste solo malasanità in Calabria.

Voglio, ma soprattutto sento doveroso scrivere questa testimonianza su quanto di positivo c'è nella
nostra città e nella nostra Regione. Un luogo ormai comune, mette quasi quotidianamente in evidenza quei casi dove per eventi sfortunati o per "mali" attribuiti ad altri (e qui non voglio entrare nello specifico altrimenti mi perderei su argomenti complessi) medici, personale paramedico, personale vario sono al centro di disservizi, o come ormai vengono identificati, casi di "malasanità".

lo invece devo andare contro corrente dicendo ciò di cui stamattina sono stato testimone, essendomi recato, in quanto over 50, a ricevere la mia prima dose di vaccino nella sede del consiglio regionale di Reggio Calabria, dove, oltre ad un ottima organizzazione logistica, il personale medico ed ausiliario presente svolge il proprio lavoro con competenza ed umanità.

Infine, ma non ultima come nota di rilievo, ci tengo a rivolgere un ringraziamento ed un elogio particolare al Dott. Sandro Giuffrida, Direttore dell'Asp di Reggio Calabria, intervenuto personalmente, per chiarire, con estremo garbo e professionalità una incomprensione sorta tra me ed un operatore in fase di accettazione".

Giovanni Giordano