A Polistena evento con l’Orchestra e il coro nazionale ucraino

Si tratta di 130 elementi dei teatri dell’opera di Kiev, Leopoli e Odessa che metteranno in scena la Bohéme e il Gran Gala Lirico

Mancano pochi giorni al grande doppio evento dell’associazione “Amici della Musica” di Palmi. Il 28 e 29 agosto, infatti, l’Orchestra e il coro nazionale ucraino (130 elementi) con i solisti dei teatri dell’opera di Kiev, Leopoli e Odessa metteranno in scena la Bohéme e il Gran Gala Lirico.

Così, dopo il successo dei primi due spettacoli di Gioia Tauro, il cartellone agostano della rassegna “Synergia 47” si sposta in piazza Popolo a Polistena con gli eventi che vedranno gli artisti ucraini sul palco.

“Gli artisti sono tutti ucraini e fanno parte, per la maggioranza, del Teatro dell’Opera di Dnipro – spiega Angelo Tedda, dell’agenzia Euro Artists -, ma anche di Kharkiv, Kiev, Odessa… Ho cercato di mettere insieme, per l’occasione, vari artisti nazionali ucraini pensando anche alla guerra, alla distruzione proprio di città come Kharkiv e Odessa in particolare. Proprio questa mattina (mercoledì, ndr) c’è stato un raid su Dnipropetrovsk – prosegue Tedda -, proprio la regione da cui proviene il teatro dell’Opera. Lo stato d’animo dei musicisti non potrà essere dei migliori anche se loro tengono molto a questo tour in Italia, in particolare nel Mezzogiorno, in luoghi come Polistena, Taormina e Viterbo. Sono certo che il pubblico farà sentire loro calore e vicinanza”.

Il 28 agosto, andrà in scena la Bohéme, opera in quattro atti di Giacomo Puccini, spettacolo che verrà presentato pochi giorni dopo anche a Taormina, mentre il giorno dopo, lunedì 29 agosto, sarà la volta del Gran Gala Lirico.

“L’Orchestra e il Coro nazionale ucraino presenteranno alcune composizioni ucraine, tra cui l’inno nazionale, ma anche tante famose arie tratte da opere liriche italiane – aggiunge Angelo Tedda -, tra le quali anche due brani di Francesco Cilea, compositore originario di Palmi, un modo per onorare il territorio”.

Non è stato semplice organizzare un evento di questo tipo, come conferma il manager di Euro Artists, proprio a causa della guerra.
“È necessaria un’autorizzazione speciale per organizzare questi eventi perché gli uomini tra i 18 e i 65 anni non possono lasciare l’Ucraina. Il Ministero della Cultura ucraino deve rilasciare un permesso a questi artisti. Fortunatamente - conclude - negli ultimi tempi sta avvenendo più spesso. Infatti, tanti artisti ucraini girano l’Europa anche per raccogliere fondi destinati alle famiglie delle persone arruolate o che hanno perso la vita nella guerra”.

La scelta di Polistena come location per questi due importanti eventi non è casuale, come spiega il sindaco Michele Tripodi.

“Gli spettacoli rientrano nel cartellone dell’Estate Culturale Polistenese – afferma il Primo Cittadino -. Polistena ha una importante tradizione nel campo della lirica e la scelta di proporre questi due eventi è stato un modo anche per differenziarci da un’offerta musicale e artistica uguale sui nostri territori e anche un’occasione per lanciare un messaggio culturale diverso.

Per questo –prosegue Tripodi -, abbiamo accolto con entusiasmo la proposta dell’associazione Amici della Musica di Palmi. Oltre ad essere un evento dall’alto valore culturale - conclude il sindaco -, punta a rendere la città di Polistena sempre più città dell’accoglienza, della pace e della solidarietà”.

Appuntamento a Polistena, piazza del Popolo, domenica 28 agosto con la Bohéme e lunedì 29 agosto con il Gran Gala Lirico, orario d’inizio 21:15.