Atti intimidatori, anche Klaus Davi a Siderno: 'Solidarietà all'amministrazione'

Il massmediologo sarà a Siderno per chiedere conto ai capi mafia e a presunti killer in libertà il motivo di tanta recrudescenza sul territorio

Si apprende che nelle prossime ore Klaus Davi, giornalista e massmediologo, sarà a Siderno per chiedere conto ai capi mafia e a presunti killer in libertà il motivo di tanta recrudescenza sul territorio.

“Diversi presunti esponenti della ‘Ndrangheta sono stati scarcerati a seguito delle ultime operazioni giudiziarie per effetto di vari provvedimenti, per cui sono in circolazione sia reggenti, boss e semplici affiliati. Noi porremo le domande e vedremo cosa ci diranno”, ha spiegato Davi.

Nei giorni scorsi il massmediologo ha incontrato ad Archi (RC) il boss Nino Imerti: l'intervista, durata 25 minuti, sarà pronta a essere diffusa settimana prossima.

"Siamo stati travolti dal caso di Checco Labate (Cosca Barreca), per questo i tempi si sono allungati. Porgo la mia totale solidarietà alla sindaca Fragomeni, all'amministrazione comunale neo eletta e alle cittadine e ai cittadini di Siderno e della Locride, terra meravigliosa di cui sono Ambasciatore nel Mondo", conclude Davi.