Atti vandalici in una scuola elementare, Marziale: "Un affronto al futuro della Calabria"

"Toccare le cose dei bambini significa relegare la società in cui si vive sempre più ai margini della civiltà e del progresso". Le parole di Marziale sugli atti vandalici ad una scuola in provincia di…

In relazione agli atti vandalici, perpetuati da ignoti delinquenti a danno della scuola “Don Milani” di Gioia Tauro, il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, ha comunicato stamani al sindaco della città, Aldo Alessio, di avere messo a disposizione una somma di mille euro per contribuire al ripristino dei locali scolastici devastati.

“Qualsiasi sia la motivazione di un gesto simile – afferma Marziale – esso rimane un affronto al futuro della nostra terra. Toccare le cose dei bambini significa disprezzare il futuro, significa voler relegare la società in cui si vive sempre più ai margini della civiltà e del progresso. Mettere le mani sulla scuola significa desiderare che l’ignoranza regni sovrana e laddove c’è ignoranza non c’è riscatto, c’è povertà e delinquenza”.

Marziale conclude:

“Al dirigente scolastico, Enzo La Valva, ho espresso la mia più totale solidarietà più l’impegno per una somma di 500 euro per l’acquisto dei libri bruciati ai bambini”. 

Seguici su telegramSeguici su telegram