Pallacanestro Viola, il professore Neri si racconta a CityNow: 'Cuore, mente e muscoli al servizio neroarancio'

Il preparatore atletico della Pallacanestro Viola tra passato e futuro del basket reggino

Un punto di riferimento per l'intera società neroarancio, un gran lavoro dietro le quinte: dalle sue direttive dipendono le performance dell'intero roster. Maestro dello Sport, dal 2001 al 2005 è stato preparatore atletico del Nuovo Basket Viola in A1 e B, portato alla pallacanestro dopo anni di proficua attività in altre discipline, anche per merito del Gm Giuse Barrile. Nella sua bacheca le esperienze con la Reggina, la Volley Mangiatorella ed a fianco della “banda Mecacci”.

Il professore Saverio Neri, insieme al dott. Giovanni Calafiore, completa lo staff tecnico composto da Domenico Bolignano e Pasquale Motta. Un lavoro attento e certosino richiesto soprattutto oggi ai tempi della pandemia che ha sconvolto la vita sociale, economica e sportiva della popolazione mondiale.

Ai microfoni di CityNow Sport il professore Neri ha spiegato:

Domenica avremo la Supercoppa contro il Catanzaro, siamo un'ottima squadra, i ragazzi hanno seguito i consigli dati in precampionato, sono arrivati con un ottimo lavoro svolto ci siamo impegnati bene prima ed adesso. Siamo stati fortunati, lavorando con tutto il gruppo completo, e persino con qualche aggregato.

Allenarsi con dodici, tredici ragazzi è veramente eccezionale, difficilmente si è riuscito nelle precedenti stagioni. Alterniamo lavoro organico e sollevamento pesi ovviamente il lavoro è all'unisono con l'head coach ed il vice coach, l'obiettivo è non sovraccaricare i ragazzi. Prima di giocare vengono effettuati i tamponi, i ragazzi si sono perfettamente adeguati alle procedure.

E' un'ottima squadra, molto veloce, appena riusciremo ad intensificare maggiormente gli esercizi di preparazione ci toglieremo molte soddisfazioni. Yande Fall recupererà presto la condizione ottimale, Genovese è un buon atleta, anche Fortunato Barrile.

La storia neroarancio

Io ho iniziato ai tempi del leggendario coach Gianfranco Benvenuti, ho seguito persino Kim Huges ai tempi dello Scatolone, lo supportavo nella parte muscolare. Ho avuto un'esperienza anche con la nazionale di lotta libera, sport per il quale sono stato oltre 20 anni allenatore. Col dott. Giovanni Calafiore c'è grande feeling, siamo un tandem perfetto. Le società, soprattutto giovanili, devono capire la valenza della preparazione atletica. Ho seguito da giovanissimi e fino ai loro diciotto anni durante l'esperienza amaranto Cozza, Belardi, Perrotta, Cirillo portandoli in finale scudetto primavera contro il Torino.

Oggi si dà più importanza al risultato bisogna capire che ci sono dei determinati periodi dello sviluppo in cui l'atleta ha particolari margini di miglioramento, altrimenti si perde l'opportunità di crescita.

La prossima stagione

Tornando alla stagione che vedrà la prima uscita della Viola domenica 11 ottobre, partiremo tranquilli, dobbiamo piuttosto pensare al campionato che inizierà il 15 novembre, la Supercoppa centenario, sarà un ottimo banco di prova, per acquisire informazioni utili e poter proseguire al meglio.

Auspico con tutto il cuore l'impiantistica sportiva abbia l'attenzione che meriti, mi riferisco al Pianeta Viola e PalaCalafiore, la squadra ha bisogno di spazi adeguati alla sua gloriosa storia e per un futuro sereno.