Calcio a 5 - Il Cataforio torna al successo trascinato da Atkinson

Conquista i tre punti nella gara numero 99 della sua storia in serie B

Nella gara numero 99 della sua storia in Serie B, il Cataforio ritrova davanti al proprio pubblico i 3 punti. I reggini rispettano il pronostico contro il fanalino di coda Agriplus Mascalucia (che si presentava in riva allo Stretto col peggiore attacco e la seconda peggior difesa). Sfida che gli uomini di Praticò (orfano di Cilione infortunato e Scopelliti squalificato) non riesco ad indirizzare subito per il verso giusto, pur agendo stabilmente all’interno della metà campo avversaria. In contropiede, a freddo, il gol di Gualtieri sblocca il parziale inaspettatamente in favore dei neroarancio. In precedenza Durante e Giriolo avevano impegnato severamente Barravecchia, certamente il migliore in campo dei suoi. Trascorrono pochi secondi ed Atkinson, con grande astuzia, in scivolata, carpisce la “frittata” confezionata da Gualtieri e Bertone, trovando il punto del pareggio. Il monologo del Cataforio procede senza soste: Atkinson dimostra una grande fame di gol, dopo l’assenza per 3 turni di squalifica, e chiama ad altri grandi interventi Barravecchia. Dall’altra parte c’è  il palo che dice di no a Intelisano, che ha provato a lanciarsi in solitaria, sempre su azione di contropiede. Giriolo va vicinissimo anche lui al punto del vantaggio, Barravecchia la tocca quel tanto che basta. Al 7′ è lo stesso portiere ospite a provare la sorpresa, ma la mira è di poco imprecisa. Il Cataforio trova poi il salvataggio sulla linea di Saraceno su tiro, manco a dirlo, di Atkinson ben smarcato da Cristofer Laganà, e poi lo stesso brasiliano si vede annullare il tap-in dopo il tiro dell’attivissimo Laganà, respinto dal portiere ospite. Il motivo è una carica ai danni di quest’ultimo da parte di Giriolo. Reggini che però danno l’impressione di poterla sbloccare da un momento all’altro e così avviene con il tiro di Giriolo, deviato da Bertone, che spiazza Barravecchia. È il vantaggio per i locali che prima dell’intervallo, trovano ancora due miracoli del piplet siciliano, su Giriolo ed Atkinson, mentre Parisi risponde presente, in un pomeriggio di ordinaria amministrazione, sul tiro di Gualtieri.

Ad inizio ripresa è lo show di Atkinson che in 22 secondi timbra due volte il tabellino dei marcatori. Dopo 6 secondi, da rapace d’area, intercetta un nuovo passaggio stavolta tra Intelisano e Bertone, andando a realizzare di potenza. Pomeriggio nero per Bertone e lo conferma poco più tardi quando perde il pallone sulla pressione di Giriolo, passaggio per Laganà che sforna l’assist vincente per Atkinson che di tacco, dal limite dell’area, brinda alla tripletta personale. Sul 4-1 (equivalente al gol numero 100 stagionale dei reggini tra campionato e coppe) gara in discesa per la formazione locale, con Laganà ancora che mette i brividi alla difesa ospite. A mettere la parola fine all’incontro ci pensa poi Durante (seppur deviato il suo tiro da Saraceno) e la chiude Atkinson con un perfetto inserimento sul secondo palo, trovando così la quarta rete personale, la 24a in campionato, la 30a stagionale. C’è ancora tempo per il gol di Pocina che fissa il punteggio sul 6-2 finale ma Cataforio che avrebbe potuto rimpinguare ulteriormente il proprio bottino con le occasioni, nell’ordine, di Laganà e Atkinson, fermate da Barravecchia, applaudito da tutto il “PalaMazzetto” quando sostituito a 5′ dalla fine, e poi Sarica che non è riuscito in due frangenti a ribadire i cross bassi e tesi di Atkinson. Spazio nel finale anche per Gregorio Laganà, esordio anche per lui in B, oltre Paviglianiti, Campolo ed Alessio Labate. A proposito del prima citato Sarica, minutaggio importante per lui, in una gara giocata con personalità e fatta di ottime chiusure difensive, ottima gestione del pallone e peccato perché è mancato, davvero, solo il gol. Nota stonata, gli infortuni occorsi a Martino e Giriolo che hanno dovuto lasciare anzitempo la sfida..

A fine gara mister Praticò ha così commentato: “Ci aspettavamo una partita del genere ed ho raccomandato ai miei ragazzi di prenderla sottogamba. Dal punto di vista mentale non eravamo in gara e si vedeva in alcuni errori che non siamo soliti fare, tra i fraseggi ed i controlli di palli. Abbiamo creato tanto e finalizzato male quindi da questo punto di vista portiamo avanti ciò che è accaduto ad Ispica; nella ripresa è venuto fuori il carattere che ci ha consentito di fare due reti in 22 secondi e sul 4-1 è stato più facile gestire il vantaggio. Ci teniamo a dedicare questa vittoria al nostro fisioterapista, Angelo Serranò. Contro Polistena? Dal punto di vista mentale sono certo che i ragazzi arriveranno carichi al punto giusto. Ci giochiamo una grossa fetta in una gran bella partita e proveremo a festeggiare con una bella vittoria la nostra gara numero 100 in Serie B”. 

TABELLINO:

SERIE B GIRONE H, 15^GIORNATA (4^RITORNO)

CATAFORIO-AGRIPLUS MASCALUCIA 6-2

Marcatori: 3’03”pt Gualtieri (M), 3’20”pt Atkinson (C), 14’10”pt aut. Bertone (C), 0’06”st, 0’22”st e 9’10”st Atkinson (C), 5’10”st Durante (C), 10’39”st Pocina (M).

CATAFORIO: Paviglianiti, Sarica, An. Labate, G. Laganà, Campolo, Giriolo, C. Laganà, Atkinson, Durante, Al. Labate, Parisi, Martino. All. Praticò.

AGR. MASCALUCIA: Barravecchia, Lauria, Grasso, Saraceno, Intelisano, Gualtieri, Bertone, Pocina, Cristaldi, Anastasi, Di Maria, Spalletta. All. Cristiano.

Arbitri: Matera di Molfetta e Decorato di Barletta. Crono: Loddo di Reggio Calabria.

Note: Ammoniti: Atkinson (C), e Grasso (M).   

Seguici su telegramSeguici su telegram