Calcio: l'ex Reggina Mazzarri esonerato. A De Laurentiis aveva regalato tante prime volte...

La decisione a due giorni dalla sfida Champions con il Barcellona

Nel giorno del suo ritorno sulla panchina del Napoli per sostituire Rudi Garcia, Gazzetta.it ripercorreva velocemente i suoi trascorsi partenopei scrivendo: “Le prime volte non si scordano mai e il Napoli di Aurelio De Laurentiis le lega tutte a Walter Mazzarri. Il primo trofeo, la prima lotta scudetto, le prime notti magiche in Champions League, il primo bomber. Pazzesca, esaltante, incredibile. L’allenatore ha definito così quell’esperienza. Quasi quattro anni, 1.322 giorni, 182 partite. Un percorso di crescita che ha dato una nuova dimensione al club ma anche al tecnico stesso, diventato il secondo più longevo di questa era, alle spalle del solo Reja“.

Decisamente meno fortunata la sua seconda esperienza con un Napoli in piena crisi di gioco e risultati e avendo perso nel momento cruciale della stagione per l’impegno in Coppa d’Africa il giocatore più importante, l’attaccante Osimhen. 15 punti in 12 partite con gli azzurri presi dal quarto posto e scivolati al nono dopo tre mesi. La società lo esonera a due giorni dalla sfida Champions con il Barcellona con un garbato comunicato:


Ringrazio Walter Mazzarri, amico della famiglia De Laurentiis e del Napoli, per aver sostenuto la squadra in un momento complesso. Resterà nel cuore dei napoletani e della nostra famiglia. Bentornato a Francesco Calzona, che ha già lavorato con noi sia con Sarri che con Spalletti“.

foto: Maurizio Laganà