Chi è Maurizio Bortoletti, sub-commissario della sanità in Calabria

Il profilo del nuovo subcommissario alla sanità nominato dal cdm su proposta del Presidente Occhiuto

Ufficiale dei Carabinieri, Maurizio Bortoletti, è il nuovo sub-commissario della sanità in Calabria. La nomina è arrivata dal Consiglio dei Ministri su proposta del Presidente Occhiuto.

Confermata, dunque, l'ipotesi avanzata, nelle scorse settimane da CityNow, sulla figura che affiancherà il Governatore per risanare il settore sanitario regionale. Ma chi è il colonnello?

Chi è Maurizio Bortoletti

Consigliere del Ministro per le PA e l'innovazione in materia di trasparenza e integrità con particolare riferimento alla prevenzione della corruzione, Bortoletti non è un volto nuovo né per il Governo nè per la Calabria. Il suo nome, infatti, era venuto fuori anche durante il valzer dei commissari del novembre 2020, immediatamente successivo alle dimissioni di Cotticelli.

Bortoletti è stato anche collaboratore del vice capo della polizia Luigi De Sena, quando nel 200u fu nominato super prefetto di Reggio Calabria dopo l'omicidio Fortugno.

Il curriculum

In precedenza, presso la D.I.A., ha ricoperto importanti incarichi per contrastare l’infiltrazione criminale negli appalti ed il riciclaggio, seguendo a Reggio Calabria il Direttore Centrale della Polizia Criminale e Vice Direttore Generale della P.S.

Avvocato, specializzato in Gestione di impresa con esperienza maturata nell’executive M.B.A. e Profingest (poi Alma Graduate School, oggi Bologna Business School), ha insegnato in diverse Università italiane sociologia della devianza, dell’ambiente e del territorio, analisi dei fenomeni devianti e  dei comportamenti Illegali,  pubblicando numerose monografie, saggi e articoli.

Successivamente, come Docente, ha svolto attività nei Master Anticorruzione ed in Public Procurement presso l’Università di Tor Vergata dove ha collaborato, fino al trascorso anno accademico, con la cattedra di Economia della corruzione tenuta dal Prof. Giovanni Tria.

Nel corso del 2019 è stato nominato Consulente della Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati ed è stato designato quale componente dell’Organismo Regionale per le attività di controllo della Regione Lombardia.