Classifica "Sole 24 ore" - Reggio in cima al podio delle città più mafiose d'Italia

A Reggio e Crotone il triste primato per reati di 'ndrangheta. A Vibo il maggior numero di denunce per omicidi volontari. Ecco come si posiziona Reggio nelle 18 classifiche di tipologie di reati in Italia.

Reggio Calabria in cima alla classifica per reati di associazione di tipo mafioso, terza per omicidi volontari consumati e quinta per associazione per delinquere.

Il Sole 24 ore ha pubblicato le classifiche sul grado di vivibilità nelle 106 province italiane, elaborando i dati del del 2018 e rispetto al numero delle denunce ha assegnato le maglie nere in base ai dati forniti dal ministero dell’Interno.

Si va dall’infanticidio alla criminalità organizzata. In tutto sono 18 tipologie di reato prese in analisi che formano un indice che definisce il grado di vantaggiosità economica dei territori.

Reggio Calabria detiene il triste primato delle maggiori denunce per associazione mafiosa, quinto posto invece nella classifica di associazioni a delinquere e terzo nella classifica per omicidi volontari consumati (prima in assoluto in Italia Vibo Valentia). Non è inserita però nelle prime dieci città per estorsioni, riciclaggio, usura, stupefacenti.

Catanzaro è la città in Calabria messa peggio nella classifica finale 44esima posizione seguita da Vibo Valentia, Reggio Calabria (68esima), Crotone e Cosenza.

Per i reati economici come truffa e frode informatica, in Calabria il numero più alto di denunce si registra a Catanzaro – che occupa la 13° posizione con 1341 denunce.

Reggio Calabria in fondo alla classifica invece per i reati di furti con destrezza, furti in abitazione, furti in esercizi commerciali, usura, stupefacenti e violenze sessuali.

La graduatoria nazionale sulla criminalità generale vede però tre città del nord: Milano, Rimini e Firenze. 

QUI LA CLASSIFICA E GLI INDICI DI CRIMINALITA'