Prestigioso e nobile riconoscimento allo chef reggino Filippo Cogliandro

Il “Premio internazionale della Bontà” vede protagonisti coloro che, si sono distinti per atti di generosità e di solidarietà verso il prossimo

Ospitato a Reggio Calabria nella precedente edizione, il “Premio Internazionale della Bontà 2020”- dedicato al dott. Francesco Saverio Pavone, ai Magistrati, agli appartenenti alle Forze di Polizia in attività di servizio e a tutte le vittime della criminalità e del terrorismo, che hanno perso la vita per adempiere al loro dovere e affermare i valori universali della Legalità e della Giustizia,  quest’anno si terrà a Chiusi della Verna (AR), giorno 8 agosto, presso il Santuario Francescano “La Verna” .

Il “Premio internazionale della Bontà”, importantissimo evento annuale istituito dal Comitato della Croce nel 2001, vede protagonisti coloro che, in Italia e nel mondo, si sono distinti per atti di generosità e di solidarietà verso il prossimo.

La manifestazione è stata accolta di volta in volta nelle più belle località e sedi ecclesiastiche del nostro Paese, tanto per citarne alcune: dalla basilica di Sant’ Antonio da Padova a quella di San Francesco d’Assisi.

La Commissione, riunitasi recentemente, ha deliberato di conferire il “Premio internazionale della Bontà 2020 a Filippo Cogliandro, con la seguente motivazione:

“A UN CUORE GIGANTE CHE SA TUTELARE, AIUTARE E CONFORTARE I PIU’ BISOGNOSI”.

Lo chef reggino che ha ricevuto la comunicazione dalla dr.ssa Cinzia Panuccio, ambasciatrice dell’Associazione per la Calabria, ha dichiarato:

“ho avuto tanti riconoscimenti durante la mia carriera, ma mi inorgoglisce e mi emoziona ricevere questo ambito Premio, che non si sofferma sulla sfera professionale, ma contrassegna le qualità umane che accompagnano il mio percorso di vita”.