Come preparare le graffe? La ricetta di Peppone - FOTO

Dal salato al dolce. Ecco come preparare le graffe secondo la ricetta di Peppone

In questo periodo di 'quarantena' un pò tutti cercano di affinare le proprie doti in cucina. Quale momento migliore dell'isolamento forzato per rispolverare qualche vecchia ricetta ed apprenderne di nuove?

Un aiuto, ancora una volta, ci viene dato da Giuseppe Ferranti, pizzaiolo ed imprenditore amato dai reggini. Dopo averci svelato alcuni segreti della sua pizza, Peppone ci ha spiegato, anche, il procedimento per preparare un dolce gustoso ed intramontabile.

Le graffe sono quelle che noi siamo soliti definire 'ciambelle'. Fritte e ricoperte di zucchero sono perfette in qualsiasi momento della giornata.

LA RICETTA

INGREDIENTI

  • 700 farina Manitoba;
  • 10 grammi sale fino;
  • 40 grammi zucchero semolato;
  • 1 gr vanillina;
  • 20 gr lievito di birra fresco;
  • 90 gr burro o strutto;
  • 200 gr uova intere o 5 uova;
  • 440 gr latte.

IMPASTO

Versiamo la farina in un robot da cucina. All’interno rompiamo le uova, aggiungiamo lo zucchero, il burro o lo strutto sciolto (a poco a poco e lavorando con la farina). In ultimo, il latte, il lievito, il limone e il sale. Facciamo lavorare per circa 15 minuti.

I primi 10 minuti lentamente, dopo aumentare la velocità fino ad ottenere un composto omogeneo. Copriamolo e lasciamolo riposare per circa 1 ora. Creiamo dei piccoli pezzi di impasto da circa 80 gr e facciamo riposare anche questi per altri 30 minuti.

Arrotolando il composto creiamo come dei grissini di poco più di un centimetro di diametro che, successivamente,  richiuderemo su se stessi formando una “U” chiusa. Lasciar riposare altre 2 ore al coperto così da ottenere una consistenza soffice e morbida.

COTTURA

Riscaldiamo l’olio e friggiamo le graffe fino ad ottenere il colore desiderato. Lasciamo intiepidire e asciugare su di un vassoio, cospargiamo quindi con lo zucchero et voilà, le graffe sono pronte!