Comunali Reggio, Cuzzocrea: 'Cerchiamo convergenze. Siamo aperti a percorso civico'

Il candidato a sindaco di Mezzogiorno in Movimento presenta il progetto per la città e le ragioni dell'impegno politico

Mezzogiorno in movimento, con Andrea Cuzzocrea candidato a Sindaco di Reggio Calabria, ha presentato,  all'hotel Torrione, il progetto politico per la Città.

Alla presenza del direttivo, composto da Ilario Ammendolia, Mimmo Gangemi, Gianpaolo Catanzariti, Pierpaolo Zavettieri, fondatori del movimento ai quali si sono uniti anche Margherita Tripodi, Enzo Caccavari, Pasquale Simari e Rosario Condarcuri, il candidato a sindaco Andrea Cuzzocrea ha spiegato le ragioni di un impegno di Mezzogiorno in movimento nella ormai imminente tornata elettorale per il rinnovo di Consiglio Comunale e Sindaco a Reggio Calabria.

Mezzogiorno in movimento, aperto al territorio, intercetta forze positive in grado di contribuire ad un profondo cambiamento del territorio, come Adesso Parlo io e Vox Italia, rappresentati da Rosy Canale e Giuseppe Modafferi.

"Provvedimenti come lo scioglimento degli Enti Locali e le interdittive antimafia - ha spiegato Ilario Ammendolia, tra i fondatori di Mezzogiorno in Movimento, nel suo saluto introduttivo - abbassano i livelli di democrazia e mettono in ginocchio l'economia di un territorio, così come una giustizia amministrata per divenire spettacolo, piuttosto che per garantire diritti. Tutto questo sta compromettendo la dignità e l'onore della nostra terra e su queste istanze di rigenerazione e riscatto nasce Mezzogiorno in Movimento che adesso sceglie anche di calcare la scena elettorale. Ci spenderemo per Reggio ed anche per altri Comuni della Città Metropolitana chiamati al voto, come Platì, Siderno, Bruzzano".

Rosy Canale di Adesso parlo io ha spiegato:

"Bisogna smettere di negoziare i propri bisogni e la proposta di Mezzogiorno in Movimento, con Andrea Cuzzocrea sindaco, va verso la direzione del cambiamento reale di approccio, opposto all'ennesima caccia alle poltrone. Essa costituisce una imperdibile occasione di cambiamento, l'unica, per i reggini. Pur vivendo negli Stati Uniti, mi sento profondamente calabrese, sono orgogliosa della mia regginità e scelgo di impegnarmi per offrire il mio contributo al contrasto di questa devastante ondata di criminalizzazione".

Giuseppe Modafferi, coordinatore regionale di Vox Italia Calabria ha invece sottolineato:

"E' necessario divenire territorio appetibile per investimenti ma ciò non sarà possibile senza una reale trasformazione culturale che metta a frutto tutto il nostro immenso potenziale. Auspichiamo un'aggregazione attorno alle idee per dare il nostro contributo dialettico, costituire un elemento di rottura e riavviare il confronto politico. Ogni grande cammino comincia con piccolo passo. Noi di Vox Italia, con Mezzogiorno in Movimento e con Andrea Cuzzocrea sindaco, speriamo di dare così inizio a questo percorso importante, fondato sulla convergenza di idee e valori".

Ha concluso l'incontro il candidato a sindaco, Andrea Cuzzocrea.

"Approdiamo adesso a una esposizione elettorale, forti di una condivisione di idee che già da qualche anno abbiamo tradotto in occasioni di riflessione per la cittadinanza e di impegno per il nostro territorio. I nodi tematici principali - ha sottolineato il candidato a sindaco per Mezzogiorno in Movimento - sono stati ricordati in apertura da Ilario Ammendolia e sono legati principalmente allo scioglimento per mafia degli Enti Locali, alle interdittive antimafia, alla spettacolarizzazione della Giustizia.

Ci siamo sempre battuti per denunciare l'utilizzo abnorme, e in qualche misura anche anacronistico, di provvedimenti emergenziali nati per contrastare fenomeni degenerativi sulla cui gravità non discutiamo. Ad oggi - ha spiegato Andrea Cuzzocrea - quei provvedimenti, tuttavia, invece di rivelarsi ancora efficaci e in grado di garantire il risanamento, incidono pesantemente sulla vita delle amministrazioni e sulla libertà d'impresa riducendo, sulla base di sospetti e presupposti aleatori, spazi vitali di Democrazia che andrebbero piuttosto tutelati e difesi con nuovi e adeguati strumenti.

Partiamo da questa analisi, nel contesto della quale il nostro Sud si trova ad essere criminalizzato anziché tutelato - ha evidenziato ancora Andrea Cuzzocrea - per proporre il nostro progetto incentrato sul riconoscimento della libertà del Mezzogiorno, al momento penalizzato da un uso abnorme di questi strumenti di contrasto della criminalità organizzata. Queste le premesse imprescindibili dalle quali Mezzogiorno in movimento si propone di partire per parlare anche di Amministrazione delle Città e di Reggio, nel caso specifico".

Il contributo che si propone di offrire Mezzogiorno in movimento alla città si articola in diversi punti e tra questi una migliore gestione delle risorse economiche extra bilancio, visto che il bilancio risulta già fortemente compromesso, mettendo in campo competenze manageriali e rafforzando l'interlocuzione con la Regione e con il Governo.

"Cerchiamo convergenza sui principi e, ferme restando le premesse finora espresse - ha concluso il candidato a Sindaco di Mezzogiorno in Movimento - noi non abbiamo preclusioni di sorta e siamo aperti al dialogo e ad un percorso civico nel quale abbiamo creduto fin dal primo momento e nel quale crediamo, purché ci siano condivisione di principi, coinvolgimento e valorizzazione di idee e progetti".