Davide Grasso arriva a Reggio per la presentazione di "Hevalen"

Ci sono popoli che resistono, nonostante le grandi

Ci sono popoli che resistono, nonostante le grandi violenze ed ingiustizie perpetrate sulla loro gente, ci sono popoli che tracciano ed indicano cammini nuovi e rivoluzionari di liberazione e uguaglianza. Rojava è il Kurdistan siriano, dove dal 2011 è in corso una rivoluzione, il grande esperimento delle comuni e del confederalismo democratico, la rivoluzione del XXI secolo.

Una pratica di cambiamento radicale che si nutre di autogoverno e autodifesa popolare, uguaglianza di genere, convivenza plurale di popoli e fedi religiose diverse. La reale e concreta opportunità di pace per un Medio Oriente dilaniato più di sempre da guerre e intolleranza.

Come non accadeva dai tempi della guerra civile spagnola, donne e uomini da tanti paesi hanno deciso di raggiungere il Rojava e partecipare alla rivoluzione, armi alle mani. Uno di loro è stato Davide Grasso, militante del Centro sociale torinese “Askatasuna” e del Movimento No Tav. A fargli prendere la decisione è stata la strage al Bataclan di Parigi, il 13 novembre del 2015.

Martedì 10 luglio Davide Grasso sarà a Reggio Calabria, al CSOA “Angelina Cartella” di via Quarnaro 1 a Gallico Marina a presentare, come da mesi sta facendo infaticabilmente in tutta Italia, dalle ore 18.30, il libro “Hevalen. Perchè sono andato a combattere l’ISIS in Siria”, nato da quell’esperienza.

“Hevalen”, che in curdo significa “gli amici”, “i compagni” è la storia – ibrida, ruvida,entusiasmante – del suo viaggio, della sua guerra, delle contraddizioni che ogni rivoluzione si porta dentro e deve affrontare.

Nel corso della presentazione del libro, verrà proiettato il documentario “Women revolution” sulla costruzione dell’autodeterminazione e delle strutture delle donne in Rojava.

A seguire, cena sociale a base di piatti tipici curdi, grazie alla collaborazione di Rete Kurdistan Cosenza.

IMG-20180702-WA0002

Seguici su telegramSeguici su telegram