Dpcm dicembre: spostamenti vietati? Le ipotesi tra cene, feste e nuove regole

Blocco totale in vista delle festività natalizie. Conte vorrebbe 'allargare' le misure ma i ministri Boccia, Franceschini e Speranza lo frenano

Il divieto di spostamenti tra regioni inizierà sette giorni prima del Natale e durerà fino al giorno dell'Epifania. Anche se in fascia gialla, non sarà più consentito spostarsi tra le regioni. E' quello che dovrebbe prevedere il prossimo Dpcm. E per chi vuole andare fuori dalla propria Regione per trascorrere le festività nella seconda casa dovrà farlo prima dell’entrata in vigore dei divieti.

Il Governo è orientato al blocco totale per evitare quello che è successo quest'estate.

IPOTESI NUOVO DPCM

Il nuovo Dpcm regolamenterà i giorni che vanno dalla prima metà di dicembre fino all'epifania. Il divieto degli spostamenti entrerà in vigore tra il 19 e il 20 dicembre e sarà valido fino al 6 gennaio.

«Quei quindici giorni mi spaventano parecchio», spiega Speranza nelle riunioni riservate.

Tra oggi e domani il Governo scioglierà gli ultimi nodi. Secondo quanto si apprende dal Corriere della Sera, il presidente del Consiglio vorrebbe allentare un poco le maglie del rigore ma i ministri Boccia, Franceschini e Speranza, in sintonia con gli scienziati insistono per porre un freno.

Nel grafico che si propone sotto, si evidenzino tutte le ipotesi relative a spostamenti, seconde case, shopping, pranzo e cena di Natale, feste, messe, ristoranti, hotel, cinema e teatri, piste da sci e viaggi.

Ipotesi Dpcm Dicembre