Elezioni Calabria 2020: i messaggi social dei politici

Gli esponenti politici di destra fanno a gara per invitare i calabresi al voto. Dalla sinistra, invece, tutto tace

L’Italia, ancora una volta, si spacca. Questa volta non si tratta di Nord e Sud, ma di destra e sinistra.

Questa mattina alle ore 07:00 in Emilia Romagna e in Calabria hanno avuto inizio le elezioni regionali 2020. La battaglia iniziata sui social qualche settimana fa continua anche oggi, domenica 26 gennaio, a suon di post su Facebook. Ciò che salta, immediatamente, all’occhio è l’assoluta padronanza della destra.


Se, infatti, sono numerosi i post di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, non passa, invece inosservato il silenzio del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle.

“Quanti di voi hanno già votato in Emilia-Romagna e in Calabria? Dai dai dai! Il treno passa oggi e poi non passa più! Diffondiamo! Oggi è la giornata dell’orgoglio e della riscossa per la Calabria bella e sana: la Lega c’è”.

Scrive così Matteo Salvini sulle sue pagine social seguite da milioni di persone. Non è un caso se tra i trend di Twitter, in questa domenica di fine gennaio, campeggia proprio l’hashtag #oggivotoLega.

“Amici calabresi, emiliani e romagnoli: con 5 minuti del vostro tempo oggi avete la possibilità di cambiare le sorti della vostra Regione e di lanciare un forte messaggio a questo Governo nemico dell’Italia e degli italiani. L’Emilia-Romagna, la Calabria e l’Italia meritano il meglio. ORA TOCCA A VOI”.

Anche Giorgia Meloni non si tira indietro dall’invitare i residenti delle due regioni al voto.

Ristobottega

Ultimo, ma non per questo meno importante, anche il Cavaliere Silvio Berlusconi, tornato dalla Calabria solamente qualche giorno fa, scrive:

“Sono passati 26 anni dal giorno in cui nel 1994 ho chiesto ai miei concittadini di scendere in campo con me, in un momento drammatico. Riuscimmo quasi miracolosamente a fermare la sinistra, anche se purtroppo non a ridurre la loro pesante influenza sulle istituzioni, sulla cultura, sul sistema giudiziario, sul mondo dell’informazione.
Oggi abbiamo un buon programma da realizzare con i nostri alleati per far ripartire l’Italia: solo noi siamo i continuatori e i garanti delle tradizioni liberale, democratica, cristiana, garantista, europeista, atlantista.
26 anni dopo, Forza Italia è ancora più necessaria di allora.

Votate col cervello, nell’interesse vostro, dei vostri figli, dei vostri nipoti, dell’Italia. Votate Forza Italia, votate per l’Occidente, per il partito della libertà, del lavoro e dei lavoratori”.


Nulla invece da Nicola Zingaretti, da Beppe Grillo o dall’ex esponente Luigi Di Maio. Sulle elezioni regionali in Calabria e in Emilia Romagna tace anche il Premier Giuseppe Conte.