Serie B: la storia infinita di Empoli-Chievo. Oggi in Corte d'Appello, domani in campo

La doppia sfida tra le aule dei tribunali sportivi ed il rettangolo di gioco

Ristobottega

La storia infinita di Empoli-Chievo. Da una parte la decisione di recuperare il match non giocato lo scorso 5 aprile al Castellani nella data fissata per il prossimo 27 aprile (domani alle 16,00), dall’altra il ricorso presentato dalla società clivense che intende arrivare fino in fondo alla vicenda per far valere le proprie ragioni. La discussione in Corte sportiva d’Appello avverrà nella giornata di oggi e la decisione che, ovviamente, scontenterà una delle due parti. Il paradosso è che le due compagini si troveranno di fronte in campo domani alle 16. Il Chievo, che chiede lo 0-3 a tavolino essendosi presentato allo stadio insieme al direttore di gara, ha già annunciato che in caso di bocciatura, continuerà la propria battaglia al Collegio di Garanzia del Coni e sarà facile prevedere che, a prescindere, questa vicenda avrà comunque una coda.

Riepilogando, nel pomeriggio di oggi si discute il ricorso del Chievo alla Corte sportiva d’Appello e domani le due squadre scenderanno in campo. Ma Empoli-Chievo è una partita che, come detto, probabilmente non si concluderà in questi due giorni.

Ristobottega