Erosione Cannitello: interpellanza urgente del sen. Siclari a Draghi e Cingolani

"La Città Metropolitana di Reggio Calabria non ha ancora predisposto il progetto tecnico". La nota di SIclari

"La località Cannitello di Villa San Giovanni (RC), a causa del fenomeno erosivo della costa, ma anche a causa di lavori di difesa della costa, progettati e/o eseguiti male, si trova in elevatissimo rischio di catastrofe con il mare a ridosso delle abitazioni e quindi con gravissimo ed imminente pericolo per le persone e per le cose".

È la denuncia del senatore azzurro Marco Siclari.

Il fenomeno erosione a Cannitello

"Durante la incipiente stagione invernale la zona sarà soggetta a violentissime mareggiate, come quella del 1981 che determinò la morte di 2 persone. Occorre - ha proseguito il Capogruppo in Commissione Salute - un intervento immediato, tempestivo e risolutivo da parte del Governo per la messa in sicurezza dei residenti e dei caseggiati, intervento necessario, dovuto ed improcrastinabile al fine di scongiurare il ripetersi di tragedie; immediatamente dopo va predisposto un progetto in sinergia con gli enti competenti, Regione Calabria, Città Metropolitana di Reggio Calabria e Comune di Villa San Giovanni, al fine di risolvere la problematica in maniera duratura, anche con la previsione di un’idonea struttura commissariale che agisca di fronte all’inerzia degli enti preposti".

Interpellanza a Draghi e Cingolani

"Ho presentato un’interpellanza urgente, indirizzata al Presidente Draghi, quale capo della Protezione Civile ed al Ministro della transizione ecologica Cingolani anche perché, nonostante il lavoro che ho svolto in sinergia con la Regione Calabria ottenendo un finanziamento della somma di 1.800.000,00 euro da destinare alla risoluzione del problema, la Città Metropolitana di Reggio Calabria, che ha competenza in materia, non ha ancora predisposto nemmeno il progetto tecnico".