Esami di maturità, il messaggio agli studenti calabresi: 'La storia siete voi'

40.000 studenti in tutta la Calabria si apprestano a vivere la fatidica “maturità”

"Esami di Maturità. A tutti gli studenti, ai docenti ,alle commissioni e alle scuole giungano i miei migliori auguri ,da cittadina attenta ad osservare tutti i vari aspetti di questa società, giorno dopo giorno cogliendo solo le note positive e mettendole in risalto alla nostra comunità , un atto anche questo sentito e voluto. Prima ancora di aver esplicato una mia riflessione, in merito al sacrificio ed impegno, che oggi ha fatto si, che si è arrivasse a questi risultati o traguardo.

L’importanza della densità dei sentimenti che accompagnano questo momento, giorno prima degli esami, è indescrivibile, ansia ,paura e preoccupazione vi destabilizzano, ma credetemi che passerà tutto. Un giorno per voi sarà il piu bel ricordo di un percorso di studi, che ha testimoniato la perfetta formazione, con il vostro sacrifico e il proprio lavoro.

Negli ultimi due anni, anni di cambiamento radicale nelle vostre vite,e dei cittadini di tutto il mondo, voi studenti e studentesse, vi siete dovuti confrontare direttamente con le vostre fragilità umane, con le vostre debolezze, con le vostre relazioni, ma soprattutto vi siete fatti carico di scelte ben precise legate ai diritti umani, individuali e sociali- collettivi.

Nel caso vostro giovani ,studenti, ad esempio: la tutela alla salute si è dovuta interfacciare con il diritto all’istruzione, per la tutela e salvezza del paese, determinando in tal senso tutte le vostre scelte, caricandovi di responsabilità e armandovi di forza: dai lunghi lockdown, dalla dad, dalla chiusura e apertura delle scuole, dai centri di aggregazione e spazi sportivi, rendendo difficile la vostra condizione di vita.

Ecco ripartiamo da qui.

Voi avete dimostrato, anzi ci avete insegnato a noi genitori, ai vostri docenti, alla comunità sociale ed istituzionale che: per vivere ed rialzarsi dopo una grande crisi, bisogna essere uniti e collaborare, senza alzare muri, senza lasciare nulla al caso, e magari prevenire. Questa maturità l’avete strutturata volta per volta, focalizzandovi nella profondità di questa esperienza formativa multidisciplinare, con un grande e importante contributo professionale di docenti specializzati a far risaltare il meglio di voi. Insieme avete dato la possibilità a questo Paese: non più di essere emarginato o screditato, ma di produrre con grande impegno nozioni, idee , programmi nuovi e progetti per un sud migliore, senza che un giorno qualcuno scriva male di voi.

La scuola vi ha visto crescere e diventare uomini e donne, per tale ragione non potrà essere oggetto di divario socio-culturale tra nord e sud. Visto che: le competenze, che avete raggiunto, hanno dimostrato di quanto la pandemia abbia messo tutti allo stesso livello ,senza che l’Italia viaggiasse a diverse velocità, dedicando ore impressionanti alla vostra istruzione.

<<La scuola non vi ha lasciati da soli difronte a questa sfida della pandemia, è stato essenziale tutto il coinvolgimento dei docenti, collaboratori e personale Ata, in primis le grandi risorse delle famiglie, uniti siamo arrivati a questo giorno prima degli esami>>.Tutti abbiamo prestato la giusta attenzione ad una visibile ed immediata emergenza, a tutela del futuro di intere generazioni, salvaguardando la continuità all’istruzione.

E’ cosi che rivolgo direttamente a voi, ai quasi 40.000 studenti in tutta la Calabria, che vi apprestate a vivere la fatidica “maturità”, coscienti che: vi siete coalizzati senza sacrificare le scelte piu importanti ,siete stati l’ espressione piu libera e vera del vostro vissuto. Piccoli grandi uomini e donne che, senza dietreggiare avete tenuto sempre accesa quella scintilla, ad oggi, merito e valore di tutto ciò che troverete nel vostro futuro.

Sono felice per voi, studenti e studentesse che avete investito sulle vostre risorse senza adagiarvi, avete fino a questo giorno bruciato le vostre migliori energie; Non c’è niente di piu coinvolgente che leggere di voi su testate giornalistiche o su piattaforme, che riportano le vicissitudini di questa storia vera. Ecco ho esaurito le mie riflessioni perchè tutto oggi mi commuove e mi emoziona. A voi, da voce umile del popolo, da donna ,mamma e figlia di questa società civile, possano arrivare di vero cuore un grosso “ in bocca al lupo”, ricordandovi che – “ La storia siete voi”.

Elena Pomo