I Club Soroptimist di tutta la Calabria condannano con fermezza il femminicidio

I Club Soroptmist della Calabria non si fermano davanti l'ennesimo femminicidio e si organizzano chiedendo collaborazione da parte della società civile

L’arancio della campagna Orange the world promossa da UNwoman e sostenuta dal Soroptimist International (#orangetheworldecidoio) è stato squarciato, in Calabria, dal rosso del sangue di una donna, l’ennesima vittima di un “amore” malato.

La ferma condanna a questo tipo di violenza

Quasi una beffa, nel giorno internazionale della violenza contro le donne, quasi un monito a non fermarsi. Il corpo inerme ed oltraggiato di Loredana Scalone, rinvenuto tra gli scogli di Pietragrande, una località dalla bellezza struggente del comune di Stalettì, (CZ), ci chiede di andare avanti, per onorare il suo nome e per cercare di aiutare chi ancora può essere salvata.

Le iniziative da intraprendere per contrastare questo terribile fenomeno

Noi proseguiremo, continuando a costruire “stanze tutte per sé”, a dare sostegno legale e psicologico, a diffondere la cultura del rispetto. Ci alleeremo con chiunque voglia darci una mano, e daremo una mano a chiunque ce la chiederà, consapevoli della complessità dei fenomeni, ma ferme nella volontà di estirpare dal mondo la piaga della violenza contro le donne.

Noi ci saremo – #nonunadipiùsoroptimistcalabria

Anita Frugiuele - presidente Club Soroptimist di Cosenza

Agnese Agostinacchio - presidente Club di Crotone

Rossella Aiello – presidente Club di Lamezia Terme

Marisa Mercurio – presidente Club di Palmi

Francesca Crea – presidente Club di Reggio Calabria

Carmela Pisano - presidente Club Soroptimist di Soverato

Adele Manno - presidente Club di Catanzaro