Giornata internazionale delle Foreste 2024, al via il concorso 'Radici'

Organizzato dal Ministero dell'Agricoltura, oggetto del concorso sono gli Alberi monumentali d’Italia. Info e modalità di partecipazione

Di seguito la nota stampa ufficiale inoltrata dal Comune di Reggio Calabria del concorso “Radici” organizzato dal Ministero dell’Agricoltura in occasione della giornata internazionale delle foreste 2024.

Oggetto del concorso sono gli Alberi monumentali d’Italia (AMI) presenti nell’Elenco nazionale, redatto ai sensi della legge n. 10/2013 e del decreto attuativo 23 ottobre 2014, e consultabile sul sito del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, alla seguente pagina. Obiettivo del concorso è quello di sensibilizzare al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio forestale italiano attraverso la conoscenza e l’affezione che si sviluppa nei confronti dei suoi esemplari più significativi, distribuiti su tutto il territorio nazionale ed espressione della ricchezza di biodiversità che lo caratterizza.


In occasione della Giornata internazionale delle foreste 2024, che si celebra il 21 Marzo di ogni anno, il Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste – ex Direzione generale dell’economia montana e delle foreste, invita i cittadini ad arricchire, con memorie personali, la nostra storia comune racchiusa nelle radici dei patriarchi verdi. I partecipanti al concorso potranno inviare un breve testo (massimo 1000 battute) che descriva l’albero monumentale scelto, le particolarità botaniche e le peculiarità che lo rendono unico; un testo che metta soprattutto in risalto, attraverso storie, leggende, curiosità e aneddoti, la relazione che intercorre tra l’albero, il luogo e la comunità in cui è radicato. Il testo dovrà essere accompagnato da una fotografia orizzontale dell’albero che ne esalti gli elementi di pregio e che mostri l’esemplare nel suo insieme.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione è aperta a tutti. Ogni concorrente potrà partecipare inviando il testo relativo ad uno o più alberi monumentali: ogni invio dovrà essere fatto, separatamente, per singolo albero. Il testo, accompagnato dalla fotografia, dovrà essere inviato al Masaf entro il 21 Settembre 2024, all’indirizzo [email protected] e p.c. [email protected].

Ristobottega

Fotografia e testo dovranno contenere il codice univoco dell’albero e il nome dell’autore del contributo. La fotografia, in particolare, dovrà essere nominata secondo la seguente struttura: codice identificativo albero*_ CognomeNome del partecipante.

Es. 003H420IS14_RossiMario

*Il codice univoco dell’albero è reperibile nell’elenco AMI e permette di identificare in maniera univoca l’albero fotografato. Per facilità, l’albero può essere individuato anche attraverso il catalogo online a cui si può accedere dal QR Code.

Qr Code

Decodifica del codice:
numero progressivo della pianta es. 003,
codice Istat del Comune es. H420,
codice Istat della Provincia es. IS, codice Istat della Regione es. 14.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Sono ammesse fotografie a colori. Le fotografie dovranno essere inviate nel formato JPEG, profilo colore RGB. La dimensione del file dovrà essere inferiore o uguale a 5 Mb per ciascuna foto. Le fotografie potranno essere ritagliate per adattarle al formato di presentazione.

VINCITORI

Il 21 novembre, in occasione della ricorrenza della Giornata nazionale degli Alberi, verranno pubblicati sul sito Masaf nella sezione “Alberi monumentali”, i tredici contributi giudicati più significativi, valutati sulla base di un giudizio complessivo tra testo e fotografia; questi lavori andranno a comporre il “Calendario Alberi monumentali d’Italia 2025” che sarà liberamente scaricabile sul sito del Ministero da fine 2024. Tutti i testi e le fotografie ritenuti meritevoli andranno, inoltre, ad arricchire la banca dati nazionale dell’Elenco alberi monumentali d’Italia e il suo catalogo online, patrimonio della collettività che la Direzione generale dell’economia montana e delle foreste del Masaf cura e aggiorna.

Ristobottega

PRIVACY, RESPONSABILITÀ DELL’AUTORE E LIBERATORIA

Le foto non possono raffigurare persone con il volto riconoscibile e non devono essere presenti marchi, loghi o insegne commerciali; le foto non possono essere sottoposte a proprietà intellettuale e non sono ammesse firme, filigrane, cornici o contrassegni visibili sull’immagine. Ogni partecipante dichiara di essere responsabile del materiale inviato al concorso. Con la partecipazione al concorso i concorrenti sottoscrivono il presente regolamento, dichiarando implicitamente di possedere l’esclusiva proprietà dell’opera, i diritti di utilizzo e le eventuali liberatorie nel caso in cui l’albero ricada in una proprietà privata non liberamente accessibile. Se così non fosse, accettano di risponderne personalmente ed escludere da ogni responsabilità gli organizzatori del concorso, anche nei confronti dei soggetti raffigurati nelle fotografie senza permesso.

I concorrenti accettano, altresì, di autorizzare l’inserimento della propria opera nella banca dati dell’Elenco nazionale degli alberi monumentali, facendola diventare patrimonio della collettività, mantenendone la paternità ma rinunciando ad ogni sfruttamento dell’immagine connesso. Gli organizzatori si riservano di escludere dal concorso e di non caricare nel database fotografie non conformi all’oggetto del concorso o che non verranno ritenute idonee perché lesive della dignità personale, del sentimento religioso, del comune senso del pudore.


Per poterne valorizzare la paternità e vedere il proprio nome inserito nel sito Masaf e in tutte le successive eventuali pubblicazioni audiovisive, esclusivamente legate al tema degli alberi monumentali d’Italia, l’autore, con la partecipazione al concorso, autorizza il Masaf al trattamento dei propri dati personali.

In sintesi, le due parti accettano di attenersi a quanto previsto dalla vigente normativa sulla protezione dei dati personali, in particolare, al Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali 2016/679, il d.lgs. 30/06/2003 n. 196 e successive modifiche e integrazioni (d.lgs. 10/08/2018 n. 101).