Granillo: tutto bello. Lo stadio, la vittoria... ma quel manto erboso

La Reggina aveva pensato ad una inversione di campo...

La Reggina è tornata al Granillo dopo sette mesi. Lo aveva lasciato con una sconfitta, quella interna con il Monopoli, lo ritrova in un'altra categoria ed in occasione della Coppa Italia. Di fronte un avversario che qualche giorno addietro aveva battuto nettamente il favorito Palermo nel campionato di serie C alla prima giornata, mentre gli amaranto reduci da un pareggio in quel di Salerno.

E' stata una emozione per tutti, rivedere la squadra dal vivo, ammirarla dopo così tanto tempo certamente un piacere. Come anche ritrovare il Granillo, anche se in occasione di qualche conferenza si era avuto modo di verificare il lavoro sin qui svolto dalla ditta che si sta occupando della sua riqualificazione.

E per quello che riguarda il manto erboso? La Reggina ci ha pensato tanto e fino all'ultimo momento. Sembrava quasi scontata la richiesta di una inversione di campo per la gara di Coppa quindi consentire un maggiore riposo di quel manto che ha subìto ancora una volta interventi radicali. Nel momento in cui si effettuano particolari trattamenti, le risposte non possono essere immediate, forse per questo la società aveva inizialmente pensato di tenerlo a riposo ancora per qualche giorno. Gli esperti assicurano, comunque, che nel giro di qualche settimana sarà un tappeto verde, anche se già da sabato si dovrà tornare nuovamente in campo.