Incendio a Motta San Giovanni, un uomo perde la vita a causa delle gravi ustioni

Il cordoglio del sindaco Verduci e del sindaco Falcomatà per la prematura scomparsa di Carmelo Genovese

Carmelo Genovese è una delle vittime degli incendi estivi che, ogni anno, si consumano nella nostra terra. Ricoverato al Carderelli di Napoli, il 50enne reggino non ce l'ha fatto ed è scomparso prematuramente a causa delle gravi ustioni riportate.

Il cordoglio del primo cittadino di Motta San Giovanni e la solidarietà della Città Metropolitana espressa dal sindaco Falcomatà.

Anche la redazione di CityNow si stringe al dolore di amici e parenti per la loro perdita.

La scomparsa di Carmelo Genovese

“È una tragedia che colpisce l’intera comunità mottese e che, ancora una volta, ci fa capire quanto possa essere assurdo, indipendentemente se per incuria, superficialità, interesse economico oppure ossessione, il gesto di chi incendia distruggendo un territorio e la vita di quanti hanno deciso di investire, anche se solo per una questione affettiva, su un pezzo di terreno”.

È quanto dichiara il sindaco Giovanni Verduci esprimendo il cordoglio dell’Amministrazione e di tutto il Consiglio comunale alla famiglia Genovese-Gattuso per la prematura perdita del congiunto Carmelo, deceduto al Cardarelli di Napoli a seguito delle ustioni riportate a causa dell’incendio che negli ultimi giorni ha interessato il territorio di Motta San Giovanni e Montebello Jonico.

“È una questione soprattutto di mancata consapevolezza -  aggiunge il primo cittadino – di incapacità, ancora in molti, di comprendere che ogni singola azione compiuta a danno del territorio che ci ospita si ripercuote in maniera nefasta sull’uomo. Che si tratti di incendi, di abbandono di rifiuti, di inquinamento o sfruttamento sconsiderato del territorio – conclude Verduci -  è indispensabile promuovere, soprattutto nelle nuove generazioni, una rinnovata sensibilità verso il nostro pianeta”.

Il cordoglio del sindaco Falcomatà

"Ci uniamo al dolore delle comunità di Montebello Jonico e di Motta San Giovanni per la tragica scomparsa di Carmelo Genovese, l'uomo rimasto gravemente ustionato durante le operazioni di spegnimento di un vasto incendio divampato in contrada Molaro, purtroppo deceduto in queste ore dopo il ricovero all'ospedale Cardarelli di Napoli".

È quanto afferma il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà esprimendo le sue condoglianze alla famiglia Genovese e ai cittadini dei due Paesi del basso Jonio reggino.

"Un accadimento tragico che lascia sgomento nell'intera comunità metropolitana - ha aggiunto il sindaco - e che ci ricorda quanto grave sia, nel periodo estivo, la piaga degli incendi, ancor più se di natura dolosa, sul nostro territorio. Ai familiari e agli amici di Carmelo Genovese, ai sindaci di Montebello e Motta San Giovanni, la vicinanza ed il più sincero cordoglio da parte della Città Metropolitana".