Incidente mortale a Terreti, guard rail mancante nel tratto 'maledetto' (FOTO)

In altri tratti di carreggiata è presente la medesima situazione

Sono due le vittime (un uomo e una donna di 63 e 58 anni) del tragico incidente avvenuto nel pomeriggio di ieri a Terreti sul tratto di strada provinciale che conduce a Gambarie. L'auto ha sbandato in prossimità di una curva finendo giù per il burrone dopo aver colpito il muro dal lato opposto della strada che ne ha causato il decisivo cambio di rotta.

Le operazioni di recupero delle salme portate avanti dai Vigili del Fuoco sono proseguite per l'intera nottata e sono state molto complicate a causa della scarsissima visibilità e del terreno scosceso.

Siamo tornati nel pomeriggio odierno sul luogo del sinistro e abbiamo riscontrato (come testimoniato dalle foto a corredo dell'articolo) che il punto dal quale la vettura è precipitata è privo di protezione: per circa 4 metri è interrotto il guard rail, presumibilmente per consentire l'accesso pedonale al di là della strada.

In altri tratti di carreggiata è presente la medesima situazione, con diversi metri di percorso privi di protezione per il motivo sopra citato. Ironia della sorte, quello di cui stiamo raccontando era l'ultimo: da lì in poi la strada appare messa quantomeno in minima sicurezza.

La domanda che sorge spontanea è se si sarebbe potuta evitare la tragedia intervenendo per tempo sul tratto stradale, magari installando delle semplici barriere di protezione. L'accesso che conduce all'esterno della strada non ci sembra una motivazione che giustifichi l'interruzione del guard rail in un'area così pericolosa. A nemmeno 2 metri dalla carreggiata è presente un burrone di oltre 150 metri che purtroppo adesso è noto a tutti.