LFA Reggio: la disamina onesta di Zanchi, autore del gol vittoria

Il mancino, inserito da Trocini sul finale di gara, spiega perché il gol non è casuale. La sostituzione dai più era stata contestata

Nel momento in cui mister Trocini ha effettuato la sostituzione tirando fuori dalla mischia Porcino per fare entrare in campo Zanchi, non sono mancati i mugugni tra il pubblico ma anche in tribuna stampa. Con una squadra fermata sul pareggio in casa contro l’ultima in classifica, l’ingresso di un difensore è apparso ai più inappropriato. Il mancino spiega in sala stampa, invece, quelle che sono le sue caratteristiche conosciute soprattutto dal tecnico.

300x250px AISLA Corso

Gol non casuale

Mancava poco tempo ed era chiaro che bisognava sfruttare ogni opportunità. Sulle rimesse laterali sappiamo di avere delle qualità sia da destra che da sinistra e mi sono inserito al momento giusto e ho fatto gol, anche Nino Barillà ha avuto due occasioni sulle quali è stato bravo il portiere. Chi mi conosce sa quale è il mio ruolo e il mister mi conosce da tanto tempo, non è casuale quella posizione in quella zona di campo. Abbiamo avuto difficoltà, queste sono gare che nascondono delle insidie, loro hanno cambiato tutto e degli avversari non sapevamo nulla, certamente dovevamo affrontare in maniera diversa queste problematiche, fermo restando che le occasioni da rete ci sono sempre. Quello che mi sento di dire e che quando si affrontano formazioni di fascia bassa, ci adattiamo al loro ritmo, dobbiamo essere capaci di pareggiare il loro aspetto agonistico, a quel punto la nostra qualità certamente viene fuori così come è capitato in altre circostanze“.