Mediterranea, il nuovo rettore: 'Magnifica, una tragedia. L'università resta un'eccellenza'

Il Ministero ha accettato le dimissioni di Zimbone, adesso al lavoro per il voto. Costabile ha annunciato una conferenza specifica sull'inchiesta che ha travolto l'Università Mediterranea

Nella mattina di oggi, il neo Rettore Prof. Feliciantonio Costabile, presso l'aula Quistelli, ha presentato l'offerta formativa 2022-2023 dell'Università "Mediterranea" di Reggio Calabria.

Una cerimonia di rito, che di anno in anno ha contribuito a radunare studenti da diverse città, offuscata, purtroppo, dalle recenti indagini che hanno portato all'interdizione del rettore e del prorettore vicario e che vede coinvolte altre 50 persone.  A margine della conferenza, ai microfoni della stampa, il nuovo Rettore ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti l'operazione "Magnifica".

Il Rettore Costabile sull'operazione Magnifica

"Non ho nulla da ricostruire sotto l'aspetto materiale perché eredito, non solo dal mio predecessore, ma da una sequenza di rettori dei 40 anni (che quest'anno ricorrono per la fondazione dell'Università Mediterranea), una situazione che dall'edilizia alle finanze, passando per l'offerta formativa e la ricerca scientifica, è eccellente".

Prima di toccare la spiacevole vicenda giudiziaria che ha travolto l'ateneo reggino, il rettore ha voluto ricordare i riconoscimenti ottenuti dall'Università e rimarcare la necessità, nella comunità, di "sostituire l'emotività con la ragione".

"L'Università Mediterranea è un'eccellenza. È riconosciuta tale non da noi, ma dal Ministero dell'Università e della ricerca che ne ha premiato la didattica e dall'Agenzia Nazionale per la valutazione della ricerca scientifica che ha attribuito dei finanziamenti ad uno dei dipartimenti, mentre un altro è candidato per l''anno in corso. L'ateneo, inoltre, si è registrato al 1383 posto fra circa 20 mila università a livello mondiale, ciò vuol dire che rientriamo nel 10% delle migliori.

Peccato che questi dati siano stati offuscati dalle innegabili responsabilità accertate a livello processuale, la cui valutazione definitiva sotto l'aspetto penale ancora non c'è e sarà data dalla sentenza definitiva quando sarà pronunciata. Fra queste responsabilità - ha ricordato Costabile - che sono delle persone e non dell'istituzione universitaria, e le eccellenze della Mediterranea (offerta formativa e ricerca) non c'è assolutamente un nesso".

Nel corso dell'evento organizzato per presentare l'offerta formativa, Costabile si è riferito all'operazione "Magnifica" come ad una "tragedia".

"I dati ci dicono che questa è un'istituzione sana ed anche se i 52 indagati fossero tutti responsabili, non dei reati loro ascritti, qualche volta molto gravi, altre volte meno, ma di omicidio, non rappresenterebbero neanche il 10% del corpo universitario".

Il futuro della Mediterranea

Il Rettore Costabile ha poi scandito quelli che sono i prossimi passi:

"Il Ministero ha accettato le dimissioni del Rettore Zimbone. A breve inizierò la procedura che porterà l'Università al voto secondo quanto previsto dal nostro statuto e dalla legge nazionale. Vi garantisco che il 1° novembre, data canonica per le nomine in tutta Italia, anche alla Mediterranea ci sarà un nuovo rettore".