'Musei di sera', artisti reggini si esibiscono a Roma

Grande soddisfazione del quintetto reggino per l’ennesimo successo fuori dalla Calabria, ottenuto in uno dei luoghi simbolo al mondo dell’arte e della cultura

“Le arti in dialogo tra loro, le porte aperte al cuore e agli occhi di quanti si trovano a Roma e che vogliono godere di un’esperienza indimenticabile”.

Si conclude così la presentazione del direttore dei Musei Vaticani Barbara Jatta relativa alla straordinaria iniziava culturale, con la direzione artistica di Francescantonio Pollice, che ha per titolo MUSEI DI SERA, Arte e Musica che, iniziata il 26 aprile scorso si concluderà il 25 ottobre prossimo presso una delle location più esclusive e suggestive al mondo.

In questo splendido scenario venerdì hanno avuto l’onore di esibirsi alcuni tra gli artisti più bravi della nostra provincia: i clarinettisti prof.ri Michele Giovinazzo, Michele Napoli, Gabriele Calcopietro e Stefano Ananaia, che insieme formano il quartetto dei NIGUN QUARTET, unitamente al noto percussionista, nonché direttore artistico dell’A.Gi.Mus. – Associazione Giovanile Musicale di Reggio Calabria prof. Claudio Bagnato.

Un cartellone di 50 eventi, per un totale di 27 venerdì, che ha visto e vedrà passare dai Musei del Papa, dietro la Cupola della Basilica di San Pietro, che com’è noto viene visitato ogni anno da oltre 6 milioni di turisti di tutto il mondo, artisti, gruppi, ensemble e orchestre di tutta Italia dove, così scrive ancora la d.ssa Barbara Jatta “l’emozione è ancora più forte, perché ci si muove sulle note delle più celebri melodie, fra cortili e luoghi che nei secoli sono stati attraversati da pontefici e dai più grandi artisti della storia”.

Un’ offerta culturale in una inedita versione serale che ha dimostrato di essere molto gradita dal numeroso pubblico, specie nella stagione primaverile ed estiva.

Come dicevamo un’ampia rassegna concertistica che ha arricchito la già preziosa apertura notturna, animando con suoni, canti, e danze le splendide architetture dei musei.

E proprio in uno di questi splendidi scenari, Il Cortile della Pigna, si sono esibiti gli artisti reggini, che hanno proposto musiche di Iturralde, Piovani, Mancini, Ratti, Kovacs, William, Piazzolla, Fazil Say e Girotto.

Il quintetto di musicisti della nostra provincia ha incantato con le sue melodie il folto pubblico presente nel cortile che man mano si susseguiva all’interno dei Musei, che ha voluto tributare alla fine di ogni esibizione scroscianti e ripetuti applausi dimostrando, nello stesso tempo, di aver gradito oltre ogni aspettativa l’esibizione degli artisti della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Grande pertanto la soddisfazione del quintetto reggino per l’ennesimo successo fuori dalla Calabria, ancor di più in quanto ottenuto in uno dei luoghi simbolo al mondo dell’arte e della cultura.

Per gli appassionati di musica, in un’occasione da non perdere, i NIGUN QUARTET torneranno ad esibirsi il prossimo 29 settembre alle 20:30 presso l’Auditorium Lucianum di Reggio Calabria, con un programma musicale ricco e variegato nel corso dell’iniziativa per l’anno 2019 “La Musica al Centro”, organizzata dall’A.Gi.Mus. di Reggio Calabria, della quale sono rispettivamente presidente e direttore artistico il M° Alessandro Bagnato e il M° Claudio Bagnato.

Seguici su telegramSeguici su telegram