I primi 90 anni di Nik Spatari, calabrese che il mondo ci invidia

Genio illuminato, umile e riservato, Spatari con la sua arte mostra a tutto il mondo la parte più bella della Calabria

Nik Spatari compie 90 anni. L’ideatore e creatore di quella che è stata definita ‘la cappella sistina calabrese’, vale a dire il MuSaBa, è uno di quei calabresi che il mondo ci invidia.

Genio illuminato, umile e riservato, Spatari in tutta la sua carriera ha raccontato sè stesso e la sua terra attraverso l’arte, mai banale e sempre ispirata. Una tempesta di colori e sensazioni, un mondo incantato fatto di forme e sfumature.

Il MuSaBa è un oasi che si inserisce nel contesto naturale di Mammola, solo un ‘pazzo’ come Nik (accompagnato da decenni dall’inseparabile Hiske Maas) poteva trasformarla da sogno in realtà.

Da calabrese emigrato, come migliaia di altri conterranei, Spatari in Calabria ha voluto tenacemente tornare, per creare il suo habitat artistico.

“Uno scrigno di arte e genialità, dove l’artista ha riversato, con una autentica esplosioni di colori, tutto il suo amore per la propria terra e per la millenaria storia che la contraddistingue, in particolare per la Magna Graecia e la dimensione mediterranea”.

“Per questa generosità, che lo caratterizza e lo ha reso apprezzato e amato da numerosissime persone provenienti da tutto il mondo -concludono Oliverio e Corigliano- gli rivolgiamo la nostra profonda gratitudine, con l’augurio di poterlo trovare all’opera per molto tempo ancora e nella consapevolezza che sia entrato pienamente nella storia stessa della Calabria e nella storia dell’arte internazionale, così come lo è nel cuore dei calabresi”.

E’ quanto affermano il presidente della Regione, Mario Oliverio e l’assessore alla Cultura, Maria Francesca Corigliano in un messaggio augurale rivolto a Nik Spatari nel giorno del suo novantesimo compleanno.

L’INTERVISTA DI CITYNOW A NIK SPATARI

Guarda il video

 

Seguici su telegramSeguici su telegram