Reggio, medaglie per gli studenti Piria dei corsi Atena

Il nuovo indirizzo Forze Armate Forze dell’Ordine (FA.FO.) dell’Ite Piria di Reggio Calabria ha dato i suoi primi frutti

Il nuovo indirizzo Forze Armate Forze dell’Ordine (FA.FO.) dell’Ite Piria di Reggio Calabria ha dato i suoi primi frutti. Si è svolta ieri infatti, virtualmente, la premiazione degli allievi delle classi I E e I F AFM, corsi ATENA, incentrati sulla preparazione specifica al superamento dei test d’ingresso nei concorsi militari e pubblici.

“Il percorso Atena ha costituito un valido punto di riferimento per i suoi alunni che hanno affrontato il significativo dialogo educativo a testa alta, portando a termine gli obiettivi previsti con coraggio e determinazione. - ha spiegato Giovanna Freno, docente di diritto dell’istituto - Si tratta di un punto di partenza importante. - ha aggiunto - La cerimonia di consegna di attestati e medaglie agli “ambiziosi lupi” e ai “determinati falchi” viene a costituire la conclusione del primo capitolo di un lungo romanzo che si snocciola nel cammino di uno studente volitivo, fiducioso più che mai nella forza della cultura”.

Medaglie agli studenti Atena del Piria di Reggio Calabria

Premiazione Indirizzo Forze Armate Piria 1

Medaglie d’oro, d’argento e di bronzo per lupi e falchi delle due classi che si sono distinti per impegno e senso di responsabilità.

Soddisfatta ed entusiasta la dirigente Anna Rita Galletta:

“Oggi siamo pronti a ripartire lasciandoci alle spalle tutto ciò che di negativo abbiamo vissuto. - ha detto la dirigente - E’ stato un lavoro sinergico portato avanti fin dalla fase progettuale in maniera decisa e determinata. Affinché si riesca bene in questo percorso è necessario che tutti i tasselli si incastrino perfettamente. È una realtà di cui fanno parte delle eccellenze. - ha proseguito. - E siete soprattutto voi alunni ad aver dato il meglio con positività e spirito di sacrificio”.

A moderare l’incontro il professore Diego Geria che ha spiegato i criteri di assegnazione del premio.

“Seguendo il percorso Forze Armate e Forze dell'ordine, caratterizzato dal principio della meritocrazia, i ragazzi hanno fatto esperienze formative che hanno arricchito notevolmente il loro bagaglio culturale. - ha detto - Molto bello e significativo è stato il rapporto con la Scuola Allievi Carabinieri. Basti pensare agli incontri curati personalmente dal comandante della Scuola Col. Alessandro Magro e dal Capitano Giovanna Bosso. Gli studenti hanno partecipato alle lezioni con grande impegno dimostrando di avere scelto questo particolare indirizzo in maniera consapevole”.

Visibilmente emozionati anche i ragazzi, arrivati a fine anno scolastico con un carico emotivo non sempre facile da gestire ma che ha fatto nascere in loro un senso di riscatto invidiabile.

Image 123986672