C'era una volta la sanità pubblica: le precisazioni dell'ASP di Reggio sul servizio di Rai 3

I chiarimenti dell'ASP di Reggio Calabria in riferimento all'ultima puntata di PresaDiretta

Il lunedì è ormai un appuntamento fisso per gli italiani con le inchieste di PresaDiretta, il programma di RAI 3 noto per sondare i temi scottanti del momento e per portare alla luce anche vicende ormai sopite.

Questa volta è stato toccato al sistema sanitario, con una puntata dal nome "C'era una volta la sanità pubblica". Con un piede in Lombardia e l'altro in Calabria, la trasmissione Rai ha fatto visita anche ad un ambulatorio della provincia di Reggio.

La nota dell'ASP di Reggio Calabria

Di seguito la nota firmata dalla Commissione Straordinaria dell'ASP di Reggio Calabria riguardante l'ultima puntata del programma televisivo PresaDiretta:

"In merito a quanto riportato durante la trasmissione televisiva “Presa Diretta”  dello scorso lunedì 1° febbraio e in particolare in un’intervista nel corso della quale è stato affermato che l’attività del Consultorio Familiare operante presso la struttura ospedaliera di Melito Porto Salvo, dipendente da questa Azienda Sanitaria Provinciale, sarebbe stata sospesa, si fa presente per doverosa precisazione quanto segue:

  • il Direttore del summenzionato presidio ospedaliero, immediatamente invitato a fornire chiarimenti al riguardo, ha precisato che il servizio del consultorio Familiare, operativo con orario h12, non ha mai subito alcuna sospensione dell’attività. E’ opportuno forse aggiungere, per completezza di notizia, che di recente, per esigenze logistiche connesse con la riapertura nell’ospedale dell’area COVID, il servizio medesimo è stato ospitato presso altri locali ubicati nello stesso plesso ospedaliero.