La natività di Bagnara: statue ad altezza naturale per rivivere la magia del Natale - FOTO

A Bagnara è stata realizzato un allestimento scenico della stalla dove è nato Gesù, con personaggi ad altezza naturale per rivivere la magia del Natale

L'albero, il presepe, le persone che amiamo. Solitamente sono questi gli ingredienti per un Natale perfetto. Nel 2020 dovremo rivedere un po' le solite necessità, ma ad alcune potremo, per fortuna, non rinunciare.

Bagnara Calabra, ad esempio, non ha rinunciato alla sua natività. Un allestimento scenico della stalla dove è nato Gesù, con personaggi ad altezza naturale per rivivere la magia della nascita del Signore.

La natività 2020 di Bagnara Calabra

Presepe Bagnara 2020 1

A curare tutto l'allestimento è stato il regista Nino Romeo con l'aiuto dei suoi collaboratori.

“Abbiamo voluto riportare in piazza questo meraviglioso momento che da sempre affascina grandi e piccoli. La Natività è soprattutto la scena della più grande sorpresa di Dio al mondo ed è uno specchio dell’umanità, di allora e di oggi. Ci sono i poveri e i ricchi, i credenti e gli indifferenti. C’è il buio e c’è la luce. C’è l’uomo e c’è Dio”.

Orari e giorni per le visite

La natività, realizzata all'interno dei portici del palazzo comunale, potrà essere visitata ogni giorno fino al 6 gennaio 2021, dalle ore 09:00 alle 20:00. L'importante è rispettare le normative vigenti in materia anti Covid-19.

Al momento, vista la classificazione della Calabria in zona arancione, i residenti in Comuni diversi da quello di Bagnara non potranno spostarsi per farvi visita.

Il racconto della Natività

La scena della natività, realizzata sotto i portici del palazzo comunale, vuole fare rivivere ai visitatori il viaggio da Nazaret a Betlemme di Maria e Giuseppe, per un censimento, quando Maria fu colta dalle doglie. Poiché erano giunti in città la sera tardi, i due erano stati costretti a cercare rifugio dal freddo in una stalla. Così viene rappresentata la natività: una stalla con animali, un uomo, una donna, un piccolo bambino deposto in una mangiatoia, con solo un bue e un asino a scaldarlo nella sua prima, gelida notte nel mondo.

L’iniziativa realizzata dall’Associazione Cultura e Spettacolo di Bagnara è patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Bagnara Calabra – Assessorato al Turismo,  Presidenza del Consiglio della Regionale Calabria, Parrocchia Abbaziale di Bagnara Calabra, Procura Bagnara Santuario Madonna della Montagna Polsi, nell’ambito dell’iniziativa saranno organizzate una serie di iniziative in diretta sui social e tv.