Berretti Reggina, addio al sogno play off: la Paganese passa 1-3

Berretti Reggina: Paganese corsara a Reggio, amaranto mai in partita. RACCONTO e PAGELLE del match.

Termina sul punteggio di 1-3 in favore della Paganese (all'andata finì 1-1), il ritorno degli ottavi di finale play off del campionato Berretti. La Reggina di mister Quarticelli non riesce a contrastare gli avversari davvero ben messi in campo in questo pomeriggio di Reggio Calabria.

TABELLINO E VOTI DELLA GARA

Reggina: Morabito 6,5; Lanza 5, Furci 5 (dal 53' Giaimo 5,5), Wernek 4,5 (dal 91' Maesano SV), De Carlo 5, Bezzon 5 (dal 75' Maida SV), Novembre 5,5, Suraci 5, Marrone 5, Arigò 5, Verdirosi 6 (dal 91' Longobardo SV). A disp.: Longo, Iacono, Morabito S., Sottilotta, Malara, Maida, Aliquò, Favasuli, Gatto. All.:  Gaetano Quarticelli.

Paganese: Anatrella 6,5; Marrella 6,5 (dal 75' Pepe 6), Cavucci 6,5, Bottone 7, Barretta 7, Silvestre 7, Guadagni 7,5, Petrucci 6,5, Di Caterino 8 (dal 87' Cerrone SV), Giliberti 7,5 (dal 75' Chianese 6), Orlando 7. A disp.: Amalfitano, Mazzocchi, Marino, Orta, Del Gesso, Apuzzo, Teti. All.: Gennaro Scarlato.

Marcatori: Silvestre (P) 32', Di Caterino (P) 45', 51 - Verdirosi 69'.
Ammoniti: Wernek (R), Verdirosi (R), Petrucci (P)
Espulsi: Maida (R)
Recupero: 0 pt; 5 st.
Arbitro: Pirrotta sez. Barcellona Pozzo di Gotto§
Assitenti: Cantafio-Trischitta

PRIMO TEMPO: DOMINIO PAGANESE

Partono subito forte i campani: al minuto 10, con un tiro dalla distanza, Guadagni impegna seriamente Morabito, bravo con un colpo di reni a deviare in angolo la sfera. Passano cinque minuti, e Orlando colpisce un palo da pochi passi dalla linea di porta amaranto inserendosi bene centralmente su cross dello stesso Guadagni proveniente dalla destra. La Reggina non riesce a reagire, e pochi minuti dopo è Giliberti a far tremare gli amaranto, con una conclusione dal cuore dell'area di rigore che termina di poco larga alla destra della porta calabrese.

UNO-DUE MICIDIALE DEGLI OSPITI

Tanto tuonò, che piovve. Al minuto 32 la Paganese passa in vantaggio grazie ad un colpo di testa vincente di Silvestri su servizio dell'ottimo Gilberti, sempre dalla destra. Al minuto 45 arriva anche il raddoppio: a seguito di un errore di Wernek, Di Caterino trafigge Morabito in uscita con un sinistro ad incrociare.

SECONDO TEMPO: LA REGGINA NON REAGISCE

Pronti via e gli ospiti mettono la firma sulla qualificazione: Di Caterino sfrutta una respinta corta di Morabito (bravo a smanacciare su conclusione di Guadagni), ed insacca a porta vuota. Prima del fischio finale c'è tempo solo per la rete di Verdirosi che comunque mai mette in discussione la gara. Amaranto ko mentalmente e fisicamente, azzurro stellati che trionfano e portano a casa la qualificazione.

TOP E FLOP DELLA GARA: BENE MORABITO, GARA DA DIMENTICARE PER WERNEK

Il migliore in campo della Reggina è senza dubbio il portiere Morabito: in occasione delle tre reti subite è incolpevole. Salva la squadra di Quarticelli dall'imbarcata in almeno tre occasioni. Per la Paganese invece, gara impeccabile di Di Caterino, che schierato prima punta mette in difficoltà praticamente sempre il duo Wernek-De Carlo: ciliegina sulla torta le due reti che pesano come un macigno.

Nella Reggina, prova da dimenticare per Wernek: il difensore centrale inizia in modo impeccabile la gara: grinta e sicurezza sembrano i punti di forza del numero 4 amaranto. L'errore che causa lo 0-2 (in modo abbastanza banale e totalmente inutile) è una doccia fredda per lui e per l'intera squadra. Da li in poi gara da dimenticare.

TAIBI, CEVOLI E GIANNI PRESENTI AL "LO PRESTI"

Presenti sugli spalti del Lo Presti di Gallico, il Direttore Sportivo Massimo Taibi, il Direttore Generale Andrea Gianni, il tecnico Roberto Cevoli con l'intero staff ed alcuni ragazzi della prima squadra. Ha assistito al match anche il tecnico della Palmese Ivan Franceschini.