Reggina, Canotto: 'Per vincere ci vuole fame. Che emozione tornare'

"Abbiamo bisogno dei tifosi, facevo il raccattapalle in serie A ed era uno spettacolo vedere lo stadio pieno"

Una delle frecce di mister Inzaghi, Luigi Canotto, viene presentato alla stampa, le sue dichiarazioni: "Tornare alla Reggina è stata una emozione troppo bella, ero piccolino quando vestivo l'amaranto. C'è un progetto importante ed ambizioso, mister Inzaghi per noi è tantissimo, cercherò di dimostrare il mio valore insieme a tutti i miei compagni. Ogni partita abbiamo l'obiettivo di portare a casa i tre punti poi vedremo. Quando si scende in campo ci vuole fame, tutti devono voler portare il risultato. Il mister ci chiede di attaccare la profondità e cercare l'uno contro uno e poi quando siamo davanti dobbiamo fare male, cattivi sotto porta. Voglio migliorarmi dal punto di vista realizzativo. L'obiettivo è giocare ogni partita come quella della vita, poi vedremo quello che accadrà. Abbiamo bisogno dei tifosi, facevo il raccattapalle in serie A ed era uno spettacolo vedere lo stadio pieno, la curva piena.