Reggina, che bellezza: debutto al Granillo e primi tre punti

Sul tabellino dei marcatori il bomber che non ti aspetti

La Reggina vince e convince allo Stadio Granillo di Reggio Calabria. Il Pescara di Massimo Oddo non riesce ad impensierire gli amaranto che chiudono il match sul punteggio di 3-1.

LE FORMAZIONI

Reggina (3-4-1-2): Plizzari; Loiacono, Gasparetto, Rossi; Rolando, Bianchi, Crisetig, Liotti; Bellomo; Ménez, Denis. A disposizione: Guarna, Cionek, Delprato, Di Chiara, Stavropoulos, De Rose, Faty, Folorunsho, Mastour, Situm, Lafferty, Vasic. Allenatore: Toscano.

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Bellanova, Drudi, Scognamiglio, Jaroszynski; Busellato, Valdifiori, Memushaj; Galano, Maistro; Ceter. A disposizione: Radaelli, Sorrentino, Bocchetti, Elizalde, Masciangelo, Fernandes, Omeonga, Ventola, Asencio, Bocic, Capone, Riccardi. Allenatore: Oddo.

PRIMO TEMPO

La Reggina nella prima frazione soffre soltanto nell'occasione del calcio di rigore fortunatamente non trasformato da Galano. L'attaccante degli abruzzesi si fa ipnotizzare da Plizzari e manda sul palo la sfera che avrebbe consentito agli ospiti di passare in vantaggio. Di lì in poi è solo dominio casalingo.

Tre reti, una dietro l'altra a firma di Liotti prima (x2, il bomber che non ti aspetti) e Houdini Menéz dopo. Due reti, quelle dell'esterno, realizzate praticamente da rapace d'area: segue bene le due azioni il numero 94, che si fa trovare pronto entrambe le volte sotto porta, consentendo ai calabresi di siglare il doppio vantaggio. Fortunata la giocata in occasione della prima segnatura, tap-in facile facile invece sul 2-0 .

La terza rete è pura magia dell'ex PSG: il numero 7 accoglie in corsa e calcia con il destro il pallone in una frazione di secondo sorprendendo Fiorillo (ex del match) con un rasoterra indirizzato all'angolino destro.

All'intervallo è 3-0.

SECONDO TEMPO

La ripresa è ordinaria amministrazione per i padroni di casa, che si limitano a controllare la gara già ampiamente dominata nella prima frazione. Il Pescara non riesce a pungere se non solo in occasione della rete di Maistro, bravo a sorprendere Plizzari sul primo palo con una conclusione comunque potente.

Gira bene la macchina amaranto settata e guidata da Toscano, che sembra ben reggere fisicamente nonostante siamo solo alla seconda giornata di campionato, nel corso di una stagione che per forza di cose (Pandemia da Covid in testa) sarà molto particolare.