Reggio, al Vitrioli Principe di Piemonte, piccoli amanuensi in gara

Oltre 200 studenti si sono cimentati in una singolare gara

Mattinata all’insegna dell'arte e delle emozioni presso le Scuole primaria Principe di Piemonte e Secondaria Diego Vitrioli, dove circa 230  allievi si sono cimentati, nel ruolo di amanuensi, in una singolare gara di bella copia di un testo poetico.

Il concorso, ideato a completamento di un percorso laboratoriale specifico, è stato caratterizzato da una strategia mediativa che ha favorito la concentrazione dei piccoli candidati delle classi terze, quarte e quinte della Primaria e prime seconde e terze della Secondaria.L'attività si è prefissa l'obiettivo della scoperta del piacere dello scrivere che ha visto gli alunni impegnati lontano dalle moderne "tastierine" per assaporare, come un tempo, l'arte della scrittura.

Un momento tangibilmente significativo che ha stimolato gli allievi a cercare la bellezza nel loro tatto, entrando in contatto con il silenzio per ascoltare il messaggio limpido della propria anima.

Il fine non è da ricercarsi solo nella scrittura perfetta ma nella vera importanza della concentrazione quale elemento necessario nel controllo dell'impazienza e del nervosismo. L' insegnamento sta nell'apprezzare la bellezza dell'ordine e dell'equilibrio. Una scoperta, quella di oggi, di un'arte millenaria, in grado di calmare la mente ed entrare nella propria dimensione spirituale.

Non resta che fare un plauso a tutti i piccoli amanuensi  augurando loro di poter arrivare, con la melodia dei movimenti relativi alla bella scrittura, alle proprie risposte con disciplina, costanza  e concentrazione.