Natino Chirico a CityNow: 'Il segreto del successo? Lavorare sodo e non smettere di sognare'

Il pittore reggino famoso in tutto il mondo si racconta ai microfoni di CityNow

Natino Chirico è uno dei più importanti artisti contemporanei a livello internazionale ed è nato proprio a Reggio Calabria, dove ha fatto ritorno, per qualche giorno, per partecipare ad uno speciale evento. Domani, sabato 18 gennaio, palazzo Alvaro ospiterà infatti la cerimonia di premiazione del concorso di poesia nazionale 'Francesco Chirico'.
Due grandi talenti della nostra terra, che oltre alla passione per l'arte condividono lo stesso sangue. Natino è infatti il figlio dell'amato poeta Francesco, tutt'oggi ricordato con immenso affetto da tutta la comunità reggina. Pur vivendo, ormai da tempo, a Roma, e pur viaggiando in lungo e in largo per il mondo, Natino non cela l'affetto, mai sopito, per la sua terra d'origine.

"Sono qui per un doppio motivo, il legame affettivo con mio padre e per l'amore che mi lega a questa città. Sono andato via giovanissimo, ma non ho mai dimenticato le mie radici, sono i valori appresi qui durante la giovinezza che mi hanno dato la forza necessaria per trovare la mia strada".

Una strada di certo non semplice quella di Natino Chirico che si è affermato, in modo straordinario, nel mondo della pittura. Un settore in cui emergere è ancor più difficile di quanto sembri:

"Tutti mi chiedono quale sia il segreto e la mia risposta è sempre la stessa: il lavoro. L'unico modo per riuscire a raggiungere i primi obiettivi è impegnarsi e lavorare sodo, non arrendersi mai e, soprattutto, non smettere di sognare. Il mondo dell'arte è bello, ma allo stesso tempo veramente difficile, per emergere è necessario credere in se stessi e nella forza delle proprie opere". 

Natino Chirico è reduce da un viaggio in Argentina. A Buenos Aires è infatti ancora aperta una sua mostra dedicata al centenario della nascita di Federico Fellini.

"Una mostra analoga verrà presto aperta anche a Roma, ma ci sono tanti progetti in cantiere per il futuro, qualcuno vede protagonista anche Reggio Calabria".

Per la città di Reggio sarebbe ovviamente un tassello importante nella valorizzazione della cultura. Chirico ha, infatti, all'attivo più di 100 mostre personali. Ma le sue opere fanno parte di collezioni private, mostre collettive e sono anche esposte, in modo permanente, all'interno di palazzi istituzionali. Qualche esempio è ritrovabile negli ospedali di Roma, Gemelli e Bambin Gesù.

A completare un curriculum di così grande impatto sono, inoltre, le esperienze all'estero Boston, Sidney, San Francisco giusto per citarne alcune. Alla fine della nostra piacevole chiacchierata, Natino Chirico rivolge un invito a tutti i giovani che vogliono intraprendere la sua stessa strada:

"I sogni non costano nulla e qualche volta si avverano".

Seguici su telegramSeguici su telegram