Reggio ricorda l'ingegnere Demetrio Quattrone, vittima innocente della 'ndrangheta

A 28 anni dalla sua morte, Reggio intitola all'Ingegnere Demetrio Quattrone un'area vicino piazza Castello

La città di Reggio Calabria il prossimo sabato 28 settembre alle ore 17,30 intitolerà Largo Demetrio Quattrone, nell’area di piazza Castello, all’ingegnere e ispettore del lavoro Demetrio Quattrone, vittima innocente della ‘ndrangheta.

La cerimonia pubblica ricorre a distanza esatta di 28 anni da quel tragico 28 settembre 1991 in cui l’ingegner Quattrone fu brutalmente ucciso a Villa San Giuseppe, a soli 42 anni.

PRESENTI

Saranno presenti i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria che si stringeranno in un abbraccio congiunto ai figli e ai familiari, con la  cittadinanza tutta, chiamata a prendere parte a un momento di memoria e ricordo collettivo.

DEMETRIO QUATTRONE

Demetrio Quattrone, professionista integerrimo, impegnato sul fronte della sicurezza dei lavoratori, analizzò con lungimiranza e denunciò con coraggio le molteplici storture legate al mondo degli appalti e delle costruzioni nella Reggio degli anni 80, sostenendo l'esigenza di un’etica pubblica nella pianificazione territoriale e nell’edilizia pubblica.